News

The Boys: lo showrunner della serie parla delle minacce ricevute dai fan

Eric Kripke ha parlato apertamente delle minacce contro di lui mosse da alcuni spettatori dello show

Nel corso di una recente intervista rilasciata a Consequence of Sound, Eric Kripke, showrunner della serie The Boys, ha parlato pubblicamente delle minacce contro di lui mosse da alcuni fan dello show. Kripke ha detto:

Non ci sono mai state resistenze dal mio studio o dal mio network. Da quanto ho visto, la maggioranza degli spettatori ha capito che si tratta di satira. Abbiamo una regola molto precisa che cerchiamo di seguire, in origine è stato George Carlin a enunciarla ‘Vuoi sempre stendere al tappeto. non vuoi mai essere steso al tappeto’. Così a volte una battuta ci fa ridere e ci divertiamo. Poi però quando ci ripenso capisco che ci stiamo prendendo gioco di qualcuno o qualcosa che non ha molto potere. Non dovremmo farlo. Dovremmo sempre colpire chi è più potente di noi e ha più autorità. Credo che questa sia una visione umanistica.

The Boys: Eric Kripke parla delle minacce ricevute dai fan

Eric Kripke prosegue:

Dopo la prima stagione non ho ricevuto contraccolpi dal pubblico. Riguardo alle minacce rivolte contro di me, è nella natura umana reagire con rabbia o odio contro qualcuno. Non mentirò dicendo che è divertente. Mi ferisce, mi mette in difficoltà, ma credo che faccia parte del mio lavoro non lasciare che questo influenzi la mia creatività e non mi faccia mettere in discussione quello che sto facendo. Perciò mi prendo il tempo necessario, mi scandalizzo e poi procedo e torno al lavoro di scrittura della serie.

Infine, lo showrunner ha svelato un importante consiglio datogli dal produttore esecutivo dello show, Seth Rogen, che gli ha detto:

Puoi essere oltraggioso quanto vuoi fino a quando metti in chiaro col pubblico che il tuo cuore sta dalla parte giusta.

Le prime due stagioni di The Boys sono disponibili su Amazon Prime Video. Le riprese della terza stagione dovrebbero iniziare nei primi mesi del 2021.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button