RecensioniTop

Woody Allen ci porta in un epoca lontana con Midnight in Paris

Woody Allen con il film Midnight in Paris ci introduce in un’atmosfera particolare, quella di una Parigi romantica,suggestiva, nostalgica e piena di speranza. Non manca però neanche la sensazione di disillusione verso il proprio presente e il desiderio di chi vagheggia un’epoca diversa dalla propria, lontana e migliore da quella che si vive.

La pellicola è stata d’apertura al Festival di Cannes nel 2011 e ha vinto il premio Oscar 2012 per la miglior sceneggiatura originale. Allen introduce un altro dei suoi personaggi tipicamente inetti, Gil (Owen Wilson) , uno sceneggiatore di Holliwood, in viaggio con la sua fidanzata Inez (Rachel McAdams) a Parigi con i suoceri. Gil è convinto che la Parigi degli anni ’20 sotto la pioggia sarebbe stata l’epoca più adatta alla sua anima nostalgica e romantica. Sogna di fuggire dal meccanico lavoro di sceneggiatore a Los Angeles e rifugiarsi a Parigi proprio come i suoi idoli letterari, Fitzgerald e Hemingway fecero nei ruggenti anni ’20.midnight-in-paris-05

Il giovane scrittore ogni mezzanotte si ritrova catapultato in questo periodo storico, come in un sogno, e incontra tutti gli artisti i letterati che sono passati per Parigi in quegli anni.  Incontra e si innamora di Adriana (Marion Cotillard), una giovane donna che fa da musa alle opere di Picasso ma che ricambia l’amore di Gil sebbene lei ami la Parigi della Belle Epoque ed è decisa a rimanervi. Gil allora scopre che il vagheggiamento di un “glorioso passato ormai perduto” è un’aspirazione comune nell’animo umano, realizzerà così l’abbandono del vagheggiamento del passato e l’accettazione del presente.

”Nostalgia è negazione – negazione di un presente doloroso… il nome di questa negazione è il pensare ad un’epoca d’oro – l’erronea nozione che vi è un periodo migliore di quello in cui si vive – è un volo nell’immaginario romantico di coloro che trovano difficile convivere con il presente.”

In questa pellicola Allen da un lato esalta il sogno, il vagheggiamento momentaneo e la fuga nella fantasia. Dall’altro lato puntualizza ed è consapevole del fatto che il confronto con un passato mitizzato poichè mai vissuto e toccato con mano, rende il presente sempre insoddisfacente e la vita insoddisfacente allo stesso modo. Perciò questo film è pieno di speranza, poichè incoraggia ad accettare il presente. ”Compito dell’artista non è di soccombere alla disperazione, ma di trovare un antidoto per la futilità dell’esistenza” e ciò spiega perfettamente in quale modo, un’anima sensibile, che è quella dell’artista, debba incanalare la sua creatività e realizzare un’opera d’arte. Ed è esattamente ciò che fa Woody Allen con questa pellicola.

Allen non poteva fare una scelte più azzeccate per quanto riguarda la musica. Fin dall’inizio si riesce a capire quale sarà l’atmosfera del film, e si è trasportati dolcemente nella Parigi degli anni ’20 sulle note dei più grandi musicisti e cantanti jazz dell’epoca, anni ’20, ’30, 40. Da ricordare Cole Porter, ma anche il compositore stesso della musica del film Stephane Wrembel.

Midnight in Paris
Midnight in Paris

Il regista aveva promesso anni prima della realizzazione, una pellicola da dedicare tutta alla tanto amata città bohèmien, ed ecco, il gioiello di Midnight in Paris. Solo la capitale francese poteva fare da sfondo ,al meglio, ad un personaggio del genere, che sogna di fare lo scrittore e di vivere in un piccolo attico, circondato da libri e quadri. A differenza di altre pellicole del regista però il protagonista non rappresenta un suo alter ego.

 

”Che Parigi esista e chiunque decida di vivere da un’altra parte rimarrà sempre un mistero per me.” 

Questa pellicola è in programmazione su Premium Cinema Emotion martedì 27, e di sicuro regala emozioni ogni volta che la si guarda. Sebbene molti non giudicano questa la migliore pellicola del regista, indubbiamente vi si può trovare un Woody Allen in piena forma dai tempi di Match Point.

 

 

 

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

Adblock Rilevato

Per favore supportaci disabilitando il tuo Ad Blocker