News

Ad Astra: un finale alternativo per il film di James Gray con Brad Pitt

Disponibile digitalmente un finale alternativo di Ad Astra

Il nuovo film di James Gray con protagonista Brad Pitt, Ad Astra, presentato a Venezia 76 ed uscito nelle sale italiane lo scorso 26 settembre ha un finale alternativo. La scena cancellata, che mostra un epilogo differente di Ad Astra, è ora disponibile digitalmente. Si tratta di un finale leggermente differente da quello che abbiamo visto in sala, ma che mostra qualche dettaglio in più, soprattutto per quanto riguarda il personaggio di Eve, interpretato da Liv Tyler. Precisiamo che questo articolo contiene possibili spoiler.

Ad Astra racconta la storia dell’astronauta Roy McBride, interpretato da Brad Pitt, impegnato in una missione per rintracciare il padre Clifford (Tommy Lee Jones), scomparso sedici anni prima nel corso di una missione volta a trovare possibili forme di vita intelligenti ai confini del sistema solare. Nel finale di Ad Astra visto al cinema, Roy, rientrato sulla Terra riscopre il valore delle relazioni affettive e si riconcilia con la moglie Eve.

ad astra finale alternativo

Nel finale alternativo di Ad Astra, ora disponibile digitalmente, vediamo Roy ed Eve sdraiati uno accanto all’altra nel letto, mentre una sveglia ricorda loro che quel giorno la donna partirà per una spedizione sulla Luna. I due stanno parlando quando nella stanza arriva la figlia, che si sdraia nel letto in mezzo ai genitori. Questo fa supporre che sia passato diverso tempo dal rientro di Roy dal momento che, nel film, la coppia non aveva figli.

Un finale alternativo con una vena più ottimistica dunque e che lascia un po’ più di spazio alla figura di Eve. Il personaggio di Liv Tyler non aveva molto spazio del film di James Gray, che pure con alcuni flashback sapientemente inseriti ed anche col finale era riuscito a rendere un’impressione abbastanza marcata e importante della figura di Eve. Ad Astra sarà disponibile in 4k ultra HD, Blu-ray e DVD a partire dal 17 dicembre.

 

Potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button