Biagio Venditti: intervista all’attore che interpreta Daniele nella serie Netflix Di4ri

FilmPost incontra Biagio Venditti, il giovanissimo interprete di Daniele nella serie teen italiana Netflix Di4ri

Biagio Venditti è uno dei giovani protagonisti di Di4ri, la prima serie teen italiana Netflix diretta da Alessandro Celli e prodotta da Stand By Me che ha debuttato sulla piattaforma lo scorso 18 maggio. Dal momento dell’uscita, la serie è ancora saldamente nella classifica dei contenuti più visti. Biagio interpreta il personaggio di Daniele, senz’altro uno dei più intensi, con un ruolo chiave nelle dinamiche del gruppo degli otto protagonisti. Accanto a lui nel cast Andrea Arru, Liam Nicolosi, Flavia Leone, Sofia Nicolini, Federica Franzellitti, Pietro Sparvoli e Francesca La Cava. Per il giovane attore si tratta del primo ruolo da protagonista in una produzione così importante e come ci ha raccontato nel corso della nostra intervista, quando ha saputo di aver ottenuto la parte ha letteralmente “saltato di gioia”. Biagio Venditti ha portato sullo schermo il suo Daniele con grande naturalezza e spontaneità, ben consapevole dell’importanza del messaggio della serie, indirizzata al pubblico dei giovanissimi e ricca di spunti e messaggi utili “per sensibilizzare le persone e avvicinare gli adulti al mondo dei pre-adolescenti”.

biagio venditti

Di4ri. Stand By Me

Intervista a Biagio Venditti

Quando hai scoperto la passione per la recitazione e come ti sei avvicinato al mondo dello spettacolo?
Mi sono avvicinato a questo mondo in un modo un po’ insolito e divertente. In verità è merito dei miei genitori perché quando ero piccolo hanno notato che spesso mi mettevo davanti allo schermo del PC o del telefono e iniziavo a parlare. Parlavo del più e del meno in modo naturale e a detta loro ero molto espressivo. Da quel momento, con il loro aiuto, ho scoperto una grande passione per la recitazione che poi attraverso lo studio e le molteplici esperienze sul campo si è trasformata in un vero e proprio lavoro che mi sta dando molte soddisfazioni.

Ho letto che studi danza. Ti piacerebbe, magari in futuro, coniugare queste due forme d’arte in un unico ruolo?
Sì, io studio street-dance da 8 anni e mi piacerebbe in futuro interpretare un ruolo come ballerino. Sarebbe davvero fantastico perché unirebbe le mie due più grandi passioni e inoltre sarei libero di esprimere al meglio ciò che ho dentro.

Di4ri non è stata la tua prima esperienza davanti alla macchina da presa ma, ad oggi, è la più importante. Che emozioni hai provato quando hai ottenuto il ruolo di Daniele?
Quando ho saputo di avere ottenuto il ruolo di Daniele sono letteralmente saltato di gioia. Era un periodo della mia vita in cui non mi aspettavo di iniziare una nuova e così importante avventura e poi sapere di avere l’opportunità di lavorare per Netflix ha suscitato in me tanto entusiasmo e voglia di dimostrare di essere all’altezza delle loro aspettative. Appena arrivato mi sono sentito subito a mio agio, sia con il regista sia con tutti gli altri attori, ma anche con gli adulti addetti ai lavori da cui ho imparato davvero tanto.

biagio venditti

Biagio Venditti, Di4ri. Stand By Me

In Di4ri interpreti un ruolo chiave, un personaggio che è un vero e proprio punto di riferimento per i suoi compagni di classe e amici. In quali aspetti trovi che Daniele ti somigli di più e in quali, invece, siete più diversi?
In Daniele c’è sicuramente molta della mia spontaneità nel vivere la vita quotidiana. Lui mi assomiglia molto, essendo come me molto solare e questo mi ha aiutato molto facendomi sentire a mio agio nell’interpretarlo. Ciò che lo differenzia da me, invece, è l’essere sempre ottimista, cosa che non fa parte della mia persona. Ma abbiamo altre cose in comune, come la tenacia e soprattutto il modo di vivere l’amicizia.

Di4ri è una serie che ha il pregio di affrontare con naturalezza, profondità e sensibilità tutta una serie di tematiche importanti. Trovi che, in generale, temi come quello dell’inclusività o dei problemi legati all’accettazione di se stessi siano rappresentati a dovere al cinema o in tv?
Credo che serie tv come Di4ri, indirizzate ad un pubblico così giovane, e che trattano temi così profondi oltre a non essere affatto comuni siano molto coraggiose, soprattutto in Italia. Questo è molto importante per sensibilizzare le persone e creare spunti di riflessione per avvicinare gli adulti al mondo dei pre-adolescenti.

Biagio Venditti: “Interpretando Daniele spero di aver rappresentato un esempio per chiunque abbia bisogno di tirare fuori se stesso in maniera naturale”

Hai sentito la responsabilità di farti portatore, tramite il personaggio di Daniele, di temi e messaggi così importanti e delicati?
Assolutamente sì. Per me Daniele, in primo luogo e fin da subito, ha rappresentato una grande responsabilità nel trasmettere un messaggio tanto delicato in una modalità così naturale e spontanea. Di questo sono molto fiero e spero tanto di aver rappresentato un esempio per chiunque sia nella situazione di Daniele e abbia bisogno di tirare fuori se stesso nel modo più naturale possibile. Questa modalità di recitare parlando in camera in maniera diretta allo spettatore mi è piaciuta molto, anche se non è stato facile all’inizio, ma è stato molto interessante.

Com’è stata l’esperienza sul set? C’è un momento in particolare che porti con te più di altri?
Sul set un episodio a me molto caro è stato quando per girare una scena molto difficile per il mio personaggio ho chiesto al regista di chiamare tutti gli altri ragazzi miei colleghi a sostenermi. Loro ne sono stati felici e si sono messi dietro al monitor a guardare e ad ascoltare indossando le cuffie. È stato un grande aiuto per me e lo ricorderò sempre.

E com’è stato invece il rapporto con i tuoi giovani colleghi? Si sono create amicizie?
Sì, essendo tutti coetanei abbiamo legato molto. Il nostro rapporto si è consolidato sempre di più nel corso delle riprese e vivendo insieme questa meravigliosa esperienza si è creato un legame molto importante per tutti noi. Ancora oggi infatti ci vediamo spesso e ci sentiamo ogni giorno. Questo ha favorito la spontaneità di molte scene e ci aiuterà in ipotetiche scene future se, come spero, si farà una seconda stagione.

biagio venditti

Biagio Venditti, Di4ri. Stand By Me

Veniamo alle nostre domande “di rito”. Che tipo di spettatore sei e cosa ti piace guardare al cinema e in streaming? E quali sono l’ultimo film e l’ultima serie tv che hai visto?
Adoro guardare serie tv e film d’azione o psicologici. Sono un amante di molti classici del cinema internazionale. Ho sempre apprezzato film con decise impronte musical e di danza risalenti anche agli anni Settanta o Ottanta, come Grease o Dirty Dancing. Ma ho amato anche film più moderni come Step Up o Honey. Faccio spesso rewatch e per rimanere in tema di recente ho rivisto un grande classico, Billy Elliot.

C’è un regista o un attore in particolare con cui sogni di lavorare in futuro? E un ruolo che ti piacerebbe interpretare?
Nessuno in particolare, sono pronto a lavorare con qualunque regista o attore a livello italiano o internazionale e credo che chiunque abbia esperienza, in questa fase del mio lavoro, possa insegnarmi qualcosa di prezioso.

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da bia💨 (@biagiovenditti)

 

 

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *