Cannes 2021: quattro italiani in selezione alla Quinzaine des Réalisateurs

La selezione completa della sezione parallela di Cannes 2021: quattro i titoli italiani

Ci sono quattro film italiani nella selezione della Quinzaine des Réalisateurs, la sezione parallela del Festival di Cannes 2021. Un ulteriore, importante riconoscimento dopo la selezione in concorso ufficiale di Tre piani di Nanni Moretti e quella di Piccolo corpo di Laura Samani all’interno della Semaine de la critique.

I film italiani in questione sono: A Chiara di Jonas Carpignano, Futura di Alice Rohrwacher, Pietro Marcello e Francesco Munzi; Europa di Haider Rashid e Re Granchio di Alessio Rigo de Righi e Matteo Zoppis. Particolarmente atteso il film di Jonas Carpignano, che torna dietro la macchina da presa dopo A Ciambra, presentato proprio a Cannes nel 2017. A Chiara segue le vicende della famiglia Guerrasio, riunita per il compleanno della figlia maggiore di Claudio e Carmela. I Guerrasio sono una famiglia molto unita e tra loro c’è anche Chiara, sorella quindicenne della festeggiata. Quando Claudio lascia improvvisamente Gioia Tauro, sarà proprio Chiara ad indagarne le ragioni.

Quattro italiani alla Quinzaine di Cannes 2021

Oltre al film di Jonas Carpignano, altre tre pellicole italiane fanno parte della selezione della Quinzaine di Cannes 2021. Europa, del regista italo-iracheno Haider Rashid, racconta la storia di Kamal. Il giovane iracheno Kamal sta cercando di di entrare in Europa a piedi attraverso la rotta balcanica quando subisce l’attacco della polizia bulgara e dei cosiddetti Cacciatori di Migranti. Futura è invece un’inchiesta collettiva firmata da Pietro Marcello, Alice Roherwacher e Francesco Munzi. Re Granchio invece si svolge sul finire dell’Ottocento e segue le traversie di Luciano, un ribelle inviso alla comunità in cui vive. Questi i film italiani in selezione alla Quinzaine di Cannes 2021; vediamo qui di seguito l’elenco completo.

Quinzaine des Réalisateurs – Lungometraggi

A Chiara (Jonas Carpignano)
Ali & Ava (Clio Barnard)
Between Two Worlds (Emmanuel Carrère)
The Braves (Anaïs Volpé)
A Brighter Tomorrow (Yassine Qnia)
Clara Sola (Nathalie Álvarez Mesen)
The Employer and the Employee (Manuel Nieto)
Europa (Haider Rashid)
Futura (Pietro Marcello, Francesco Munzi, Alice Rohrwacher)
Întregalde (Radu Muntean)
The Hill where Lionesses Roar (Luàna Bajrami)
Hit the Road (Panah Panahi)
Magnetic Beats (Vincent Cardona)
Medusa (Anita Rocha da Silveira)
Murina (Antoneta Alamat Kusijanović)
Neptune Frost (Saul Williams, Anisia Uzeyman)
A Night of Knowing Nothing (Payal Kapadia)
Our Men (Rachel Lang)
Returning to Reims (Fragments) (Jean-Gabriel Périot)
Ripple of Life (Shujun Wei)
The Sea Ahead (Ely Dagher)
The Souvenir Part II (Joanna Hogg)
Re Granchio (Alessio Rigo de Righi, Matteo Zoppis)
Tsugua Diaries (Miguel Gomes, Maureen Fazendeiro)

Quinzaine de Réalisateurs, Cannes 2021 – Cortometraggi

Anxious Body (Yoriko Mizushiri)
The Sidereal Space (Sebastián Schjaer)
Simone Is Gone (Mathilde Chavanne)
Sycorax (Lois Patiño, Matías Piñeiro)
The Parents’ Room (Diego Marcon)
The Vandal (Eddie Alcazar)
Windshield Wiper (Alberto Mielgo)
Train Again (Peter Tscherkassky)
When Night Meets Dawn (Andreea Cristina Borțun)

 

Articoli correlati