News

Death to 2020: il trailer del mockumentary Netflix di Charlie Brooker

Il finto documentario dal creatore della saga di Black Mirror

Netflix ha rilasciato il trailer di Death to 2020, mockumentary creato da Charlie Brooker, ideatore della serie Black Mirror. Il finto documentario incentrato sull’anno che volge al termine arriverà prestissimo: sarà infatti disponibile sulla piattaforma streaming già da questo 27 dicembre. Il falso documentario vedrà coinvolto Hugh Grant, che interpreterà uno storico definito “repellente”. Il cast include poi grandi nomi, come Samuel L. Jackson, Lisa Kudrow, Kumail Nanjiani, Tracey Ullman, Samson Kayo, Leslie Jones, Diane Morgan, Cristin Milioti, Joe Keery e Laurence Fishburne. Ricordiamo che lo scorso maggio Charlie Brooker aveva spiegato che non stava lavorando a nuovi episodi di Black Mirror perché la realtà attuale lo rendeva troppo triste. Le sue parole:

Sono stato impegnato nel fare alcune cose. Non so cosa posso dire di quello che sto facendo e cosa invece no. Al momento non so se potrebbe esserci la voglia di vedere storie riguardanti le società che vanno a pezzi, quindi non sto lavorando a nuovi episodi di Black Mirror. Sono orientato verso la possibilità di rivisitare il mio talento comico, quindi sto scrivendo degli script con l’obiettivo di far ridere me stesso.

Death to 2020: il trailer del finto documentario Netflix dal creatore di Black Mirror

Ecco il trailer ufficiale di Death to 2020, in arrivo su Netflix il 27 dicembre:

Recentemente Charlie Brooker ha realizzato un nuovo speciale da mezz’ora per la BBC, intitolato Antiviral Wipe, in cui analizza l’impatto dell’emergenza pandemica sulla vita di tutti i giorni, insieme a due personaggi fittizi, Philomena Cunk (Diane Morgan) e Barry Shitpeas (Al Campbell). Si tratta del primo progetto curato dalla nuova casa di produzione di Brooker, la Broke and Bones. Black Mirror è una serie antologica che sfrutta gli strumenti della fantascienza, della distopia e della satira sociale per esplorare le problematiche relative all’invadenza della tecnologia nella nostra vita quotidiana, offrendo sempre un punto di vista inedito sul presente, ma mettendolo in scena attraverso un’allegoria. Brooker ha lavorato allo show fin dal debutto avvenuto su Channel 4 nel dicembre 2011; ha attualmente l’incarico di showrunner in collaborazione con Annabel Jones e, almeno per ora, non si ha alcuna certezza per quanto riguarda una possibile sesta stagione della serie.

Potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button