Death to 2021: prima clip e cast svelato del mockumentary di Netflix

Gli interpreti del nuovo finto documentario creato dall'ideatore di Black Mirror

Netflix ha rilasciato in rete la prima clip di Death to 2021, mockumentary che farà da sequel a Death to 2020, creato da Charlie Brooker, ideatore della serie Black Mirror. Il finto documentario incentrato sull’anno che volge al termine arriverà prestissimo: sarà infatti disponibile sulla piattaforma streaming già da questo 27 dicembre. Nel cast torneranno molti attori del primo finto documentario, tra cui Hugh Grant, Lucy Liu, Tracey Ullman, Samson Kayo, Joe Keery, William Jackson Harper, Stockard Channing, Cristin Milioti, Diane Morgan, Nick Mohammed e Diane Morgan, protagonista della clip. La sinossi ufficiale del documentario recita:

Un anno diverso da tutti gli altri (escluso l’ultimo)…quindi per celebrare Netflix vi porta Death to 2021, un evento per il piccolo schermo di genere comedy che racconta la storia di un altro anno terribile. Questo importante “documentario” speciale mescola filmati d’archivio raccolti durante tutto l’anno con commenti di personaggi fittizi interpretati da alcuni degli attori più amati del mondo.

Death to 2021: la prima clip del finto documentario creato dall’ideatore di Black Mirror

Recentemente Charlie Brooker ha realizzato un nuovo speciale da mezz’ora per la BBC, intitolato Antiviral Wipe, in cui analizza l’impatto dell’emergenza pandemica sulla vita di tutti i giorni, insieme a due personaggi fittizi, Philomena Cunk (Diane Morgan) e Barry Shitpeas (Al Campbell). Si tratta del primo progetto curato dalla nuova casa di produzione di Brooker, la Broke and Bones. Black Mirror è una serie antologica che sfrutta gli strumenti della fantascienza, della distopia e della satira sociale per esplorare le problematiche relative all’invadenza della tecnologia nella nostra vita quotidiana, offrendo sempre un punto di vista inedito sul presente, ma mettendolo in scena attraverso un’allegoria. Brooker ha lavorato allo show fin dal debutto avvenuto su Channel 4 nel dicembre 2011; ha attualmente l’incarico di showrunner in collaborazione con Annabel Jones e, almeno per ora, non si ha alcuna certezza per quanto riguarda una possibile sesta stagione della serie.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *