News

Ema: il trailer italiano del film di Pablo Larrain

Il trailer italiano del film di Pablo Larrain con Mariana di Girolamo e Gael Garcia Bernal

Disponibile il trailer italiano di Ema, il film presentato in Concorso alla 76. Mostra del Cinema di Venezia (qui la nostra recensione) e designato Film della critica SNCCI. Diretto da Pablo Larrain, la pellicola ha per protagonisti Mariana di Girolamo e Gael Garcia Bernal. Il regista cileno Pablo Larrain (NerudaJackie) torna a collaborare con Gael Garcia Bernal che nella pellicola interpreta il coreografo Gaston che, insieme a sua moglie Ema (Mariana di Girolamo), sta affrontando un grave problema familiare. Nel frattempo, la donna avverte il proprio tumulto personale. Mentre prende parte alla compagnia di ballo di Gaston, cerca di seguire il suo cuore ed esibirsi in un nuovo stile di danza. Nel cast del film troviamo anche Santiago Cabrera, volto forse più celebre sul piccolo schermo per aver recitato in serie quali HeroesMerlinThe Musketeers e, più recentemente, Picard.

Il film uscirà nelle sale italiane il il 2 settembre 2020, distribuito da Movies Inspired. La sceneggiatura di Ema è ad opera di Pablo Larraín, Alejandro Moreno e Guillermo Calderón. La colonna sonora è composta dal compositore statunitense-cileno Nicolas Jaar.

Ema: sinossi, poster e trailer ufficiale italiano del film di Pablo Larrain

Ema è fuoco che brucia, Gastón il focolare che lo contiene. Lei è una ballerina, lui il suo coreografo. Insieme hanno adottato Polo, insieme hanno fallito la sua adozione. Incapaci di gestire i suoi traumi, lo hanno ‘restituito’ ai servizi sociali e adesso navigano a vista tra rimorsi e accuse. Ema vuole il divorzio e si rivolge all’avvocato che ha accolto Polo dopo il loro fallimento. La donna, ignara delle reali intenzioni di Ema, se ne innamora come il marito, un pompiere avvenente sedotto dopo l’incendio doloso della propria auto. Perché Ema ha un piano e niente può fermarla.

Ecco il poster italiano del film ed il trailer italiano:

Ema, Fabula

 

Potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button