News

Il cast di Fate: The Winx Saga risponde alle accuse di whitewashing

Una nuova polemica infiamma il mondo social

Fate: The Winx Sagaha attirato su di sé senza dubbio l’attenzione del pubblico, non tutti i commenti sono però entusiastici dato che da più parti sono arrivate accuse di whitewashing. Con questo termine si intende quel processo che prevede la sostituzione sistematica di personaggi appartenenti a diverse etnie con personaggi dai tratti prettamente caucasici. Dando un’occhiata più attenta al cast della serie reboot della celebre saga animata si può notare come due personaggi in particolare abbiano subito questo trattamento. Stiamo parlando di Musa che in origine aveva dei tratti marcatamente orientali e Flora che nel cartone aveva origini e aspetto tipici delle terre latino americane.

Pubblicità

La prima è stata sostituita da un’attrice “bianca”, mentre la seconda è stata rimpiazzata da sua cugina Terra, interpretata comunque da un’attrice “bianca”. Sui social è impazzata la polemica ma il cast non ci sta e ha risposto alle accuse ricevute.

Il cast di Fate: The Winx Saga risponde alle accuse di whitewashing

Pubblicità

Elisha Applebaum, interprete di Musa, ha dichiarato:

È davvero triste vedere i fan arrabbiati per il casting. Non ero coinvolta nel casting ma spero che quello che vedranno e il modo in cui ho interpretato Musa gli piacerà. Ho visto delle belle recensioni quindi spero che saranno di mente aperta rispetto a quello che ho creato, spero che continuerà ad essere così.

Eliot Salt, attrice che veste i panni di Terra, ha invece dichiarato:

Credo sia davvero importante vedere Terra e Flora insieme e se saremo così fortunate da avere una seconda stagione quella è la mia speranza. Credo che le discussioni intorno a questo argomento siano state molto importanti e sono contenta che siano avvenute.

Precious Mustapha, l’unica attrice che sembra essersi salvata dal whitewashing e che interpreta Aisha ha sottolineato come a riguardo ci sia ancora molto lavoro da fare:

L’industria sta arrivando a un punto in cui stiamo iniziando a vedere più diversità sullo schermo, ma ovviamente non è abbastanza e c’è ancora molto lavoro da fare. È davvero bello essere in uno show in cui c’è molta diversità. Potrebbe essercene di più e si spera che se avremo una seconda stagione ce ne sarà di più.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button