News

Festival di Cannes 2018: i film Netflix non saranno in concorso!

Il Festival di Cannes quest'anno ha deciso di non inserire film Netflix nella selezione ufficiale

Il Festival di Cannes è uno degli eventi annuali più importanti per il Cinema mondiale. Nell’edizione del 2018 la giuria verrà presieduta dall’attrice premio Oscar Cate Blanchett. Oggi il Presidente della Mostra cinematografica Thierry Frémaux ha rilasciato una dichiarazione molto importante per quanto riguarda il concorso e i film Netflix. Già l’anno scorso durante la mostra le dichiarazioni del presidente della giuria Pedro Almodovar avevano suscitato polemiche, ma anche ingenerato dialogo. Il regista spagnolo aveva infatti espresso riserve sul “metodo” di produzione della società di streaming ed il fatto che non distribuisse i propri prodotti nelle sale.

Frémaux ha oggi dichiarato che per il Festival di Cannes Netflix quest’anno avrà le porte sbarrate. Le produzioni del colosso dello streaming non potrà correre alla corsa per la Palma d’Oro, uno dei premi cinematografici più ambiti nel panorama cinematografico. Dal Presidente è stata ribadita la necessità di non confondere “internet e cinema”; le produzioni originali della piattaforma potranno essere proiettate ma non potranno gareggiare per gli ambiti premi del Festival.

Festival di Cannes 2018 – I film Netflix esclusi dalla corsa alla Palma d’Oro

La decisione di escludere dal concorso del Festival di Cannes 2018 i film Netflix deriverebbe dalla politica intransigente della società di streaming. La mancata distribuzione delle sue opere al cinema sarebbe incompatibile con lo spirito del concorso. Thierry Frémaux ha infatti affermato che:

la storia del cinema e la storia di internet sono due cose diverse. 

Insomma gli addetti ai lavori del Cinema per la maggior parte guardano con diffidenza alle nuove tecnologie che rischiano di mutare irreversibilmente la Settima arte; o meglio compromettere l’esperienza che ognuno di noi vive quando entra in un cinema. A questa polemica, che ora assume toni formali e “sanzionatori”, si è aggiunto anche un maestro come Steven Spielberg che ha affermato:

Se il tuo formato è televisivo, sei un film per tv. Meriti, se si tratta di un buono spettacolo, un Emmy ma non un Oscar. 

Frémaux ha inoltre aggiunto che realtà come quelle di Netflix, Amazon, e in futuro Apple, esistono e un dialogo con loro e necessario. Ma l’ostinatezza della Piattaforma di escludere dai suoi piani societari la distribuzione nelle sale cinematografiche delle sue opere, o il distribuirle in maniera assai ridotta, ad oggi è incompatibile con lo spirito del concorso. Infatti a partire da quest’anno solo i film che verranno distribuiti nelle sale francesi potranno accedere al concorso.

E voi cosa pensate? Per il Festival di Cannes Netflix dovrebbe rivedere la sua politica? ditecelo nei commenti!

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

Adblock Rilevato

Per favore supportaci disabilitando il tuo Ad Blocker