Geena Davis ”troppo vecchia” per interpretare un ruolo. L’attrice perde la parte a causa di un suo collega. Ecco la rivelazione

Geena Davis è ‘troppo vecchia’ per interpretare un ruolo. L’attrice ha subito sulla propria pelle un episodio di sessismo nel corso della sua brillante carriera. Recentemente ha raccontato, in un’intervista, di aver perso un ruolo importante perché considerata troppo matura per essere la protagonista di una pellicola insieme ad un attore di 20 anni più grande di lei. 

La scelta non è dipesa, però, dalla produzione della pellicola ma bensì proprio dal suo collega. L’attore, di cui non si rivela il nome, ha rifiutato di volere l’artista al suo fianco, nei panni del suo interesse amoroso nel film. Scopriamo cosa è accaduto davvero. 

Geena Davis ”troppo vecchia” per interpretare l’interesse amoroso di un attore di 20 anni più grande di lei in un film? La rivelazione dell’attrice

migliori road movie

In un recente episodio del podcast Allison Interviews con Allison Kugel, per Deadline, Geena Davis racconta uno spiacevole episodio di sessismo che le è accaduto durante il suo percorso artistico.  L’artista ha rivelato: ”Un certo attore maschio che stava girando un film ha detto che ero troppo vecchia per essere il suo interesse amoroso in un film. Ma avevo 20 anni meno di lui”.

La Davis mette così in luce quanto le attrici mature vengano, spesso, messe da parte a causa della loro età, cosa che non accade agli uomini. Infatti, si è espressa sull’argomento in modo deciso: ”Le donne raggiungono il picco tra i 20 e i 30 anni e gli uomini tra i 40 e i 50 anni per quanto riguarda la recitazione. Quindi, le star maschili dei film vogliono sembrare più giovani di loro, o vogliono attrarre le persone più giovani, quindi vogliono sempre una co-protagonista che sia davvero giovane. Ecco perché succede ed è per questo che le donne non vengono scelte molto dopo i 40 e i 50 anni. È perché si sentono troppo vecchie per interpretare un interesse romantico”. 

 

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *