News

Mosul: in arrivo su Netflix il film prodotto dai fratelli Russo

Il film che ha segnato il debutto alla regia di Matthew Michael Carnahan

Il 24 aprile scorso usciva su Netflix Tyler Rake, action movie con protagonista Chris Hemsworth e prodotto dai fratelli Joe ed Anthony Russo. È notizia dello scorso luglio che il film diretto da Sam Hargrave si è piazzato in testa alla classifica dei film più visti di sempre sulla piattaforma streaming. Un successo non da poco, con la bellezza di 99 milioni di account che hanno scelto di vedere la pellicola prodotta dai registi di Avengers: Infinity War ed Endgame. La notizia di oggi è che Netflix ha appena acquistato un altro film prodotto dai fratelli Russo, il war movie Mosul, pellicola del 2019 che arriverà sulla piattaforma il prossimo novembre.

Sceneggiatore e regista di Mosul è Matthew Michael Carnahan, già autore della sceneggiatura di World War Z, City of Crime e Cattive acque. A riportare la notizia dell’acquisizione di Mosul da parte di Netflix è The Hollywood Reporter; vediamo qui di seguito la sinossi ufficiale del film.

Arriva su Netflix a novembre Mosul, debutto alla regia di Matthew Michael Carnaham

Dopo che l’Isis ha preso le loro case, famiglie è città, un gruppo di uomini lotta per riconquistarle. Basata su eventi realmente accaduti, questa è la storia della squadra speciale di Nineveh. Si tratta di un’unità di poliziotti che conduce un’operazione di guerriglia contro l’Isis nel disperato tentativo di salvare la città di Mosul.

Mosul, che arriverà su Netflix il prossimo novembre, ha segnato il debutto alla regia per Matthew Michael Carnahan ed è stato presentato nel corso della 76° Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. Dopo la premiere internazionale al Lido, Mosul ha debuttato al Toronto International Film Festival. Il film prende ispirazione dalla vera storia raccontata in un articolo di Luke Mogelson apparso sul New Yorker nel 2017 dal titolo “The Desperate Battle to Destroy Isis”. Nel cast del film prodotto dai fratelli Russo ci sono Suhail Dabbach, Adam Bessa, Is’Haq Elias, Thaer Al-Shayei, Waleed Elgadi, Hayat Kamille e Anouar H. Smaine.

 

 

Potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button