News

Stranger Things, i fratelli Duffer accusati di violenza sul set

Un post su Instagram, di una donna facente parte dello staff, ha accusato i fratelli Duffer – creatori della serie culto Stranger Things – di aver offeso verbalmente e fisicamente le donne sul set.

Stranger Things, i fratelli Duffer accusati di violenza sul set

Entertainment Tonight Canada ha ricostruito quanto accaduto sul set dell’ormai nota serie tv in onda su Netflix. Peyton Brown risponde al nome di una donna che ha lavorato sul set di Stranger Things. Nella giornata dell’8 marzo – festa della donna – ha deciso di annunciare che non farà parte della terza stagione, unendosi a quel che il movimento Time’s Up ha portato avanti:

Ho visto di persona due uomini in altissime posizioni di potere approcciare e abusare verbalmente diverse donne sul set. Mi sono promessa di non rimettermi mai più in una situazione del genere”. 

Questo è quanto detto dall’ex lavoratrice dello staff tecnico. Netflix ha chiaramente indagato le accuse della Brown, ma un portavoce ha comunicato che non è stato trovato nessun sospetto. I registi Duffer hanno risposto a riguardo:

“Ci turba profondamente sapere che qualcuno non si è sentito a suo agio sul nostro set. Pensiamo sia davvero importante non distorcere la realtà del nostro set, noi crediamo fortemente nel trattare tutti allo stesso modo, a prescindere dal genere, orientamento sessuale, razza, religione o qualunque altra cosa. Ci impegniamo quotidianamente per creare un ambiente lavorativo sano e collaborativo per chiunque lavori nelle nostre produzioni”. 

Per tutti i fan, comunque, non prima del 2019 arriverà su Netflix la terza stagione di Stranger Things. 

Ecco il Trailer di Stranger Things:



Leggi anche:

Stranger Things 2: rilasciati nuovi poster in stile sci-fi anni ’80!

 

Stranger Things: gli attori ci mostrano in un video il contenuto dei loro telefoni

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

Adblock Rilevato

Per favore supportaci disabilitando il tuo Ad Blocker