The Conjuring 2: la vera storia del caso Enfield che ha ispirato il film di James Wan

Le indagini sul caso Enfield scetticismo e convinzione - La vera storia di The Conjuring 2

The Conjuring 2, film del 2016 diretto da James Wan e secondo capitolo del cosiddetto The Conjuring Universe, è fortemente ispirato a una spaventosa storia vera che nel 1977 cattura l’attenzione dei principali tabloid inglesi fino ad arrivare, addirittura, alla BBC. La storia è quella del cosiddetto caso Enfield, che coinvolge Janet Hodgson e la sua famiglia, e sul quale vengono chiamati a indagare all’epoca i famosi demonologi Ed e Lorraine Warren, che nel film sono interpretati rispettivamente da Patrick Wilson e Vera Farmiga. Il film di James Wan ha avuto un riscontro decisamente positivo da parte del pubblico e gran parte di questo successo è dovuto proprio alla storia alla base del film. Una storia che, ancora a distanza di anni, continua a suscitare interesse misto, a tratti, a un certo scetticismo. Sono in diversi infatti a ritenere che la storia che ha ispirato The Conjuring 2 (qui il trailer del film) non sia altro che una bufala, mentre in molti ne riconoscono l’attendibilità anche grazie alla mole di documentazione sul caso.

Siamo nel 1977 quando la famiglia Hodgson – la madre divorziata Peggy e i suoi quattro figli Margaret, Janet, Johnny e Billy – comincia a sperimentare fenomeni di poltergeist (attività paranormali che consistono prevalentemente in improvvise manifestazioni sovrannaturali, forti rumori e inspiegabili spostamenti di oggetti) nella loro casa situata al 284 di Green Street a Enfield. In un primo momento Peggy non crede alle figlie Janet e Margaret (all’epoca rispettivamente di 11 e 12 anni) quando le raccontano che una cassettiera nella loro camera da letto ha cominciato a muoversi da sola. Le cose cambiano quando quello stesso mobile sbatte violentemente contro la porta della stanza, chiudendo fuori Peggy e costringendola a correre dai vicini in cerca di aiuto. Peggy chiama la polizia e, come riporta anche il Daily Mail, un agente riferisce che una grossa poltrona si solleva inspiegabilmente a più di un metro da terra. Le attività paranormali non fanno che peggiorare tra rumori fortissimi, mobili letteralmente ribaltati, giocattoli che si muovono da soli, scritte sui muri, voci e fenomeni di levitazione sperimentati direttamente dai piccoli Hodgson.

the conjuring 2 storia vera

The Conjuring – Il caso Enfield. New Line Cinema

Le indagini sul caso Enfield scetticismo e convinzione – La vera storia di The Conjuring 2

Peggy si rivolge alla stampa e il Daily Mail invia un fotografo a documentare gli eventi. Ed è anche grazie agli inquietanti scatti di Graham Morris che il caso Enfield che ha ispirato The Conjuring 2 è così ben documentato. Una delle immagini più rappresentative (che non è escluso possa essere stata preparata ad arte) è quella che mostra Janet scaraventata da un poltergeist da una parte all’altra della stanza, sotto lo sguardo atterrito di Margaret. Sono chiamati ad indagare anche gli investigatori del paranormale della Society of Physical Research Maurice Grosse, Anita Gregory e Guy Lyon Playfair (quest’ultimo non rappresentato nel film). Grosse riferisce, fra le altre cose, di alcuni mattoncini di lego che fluttuano per la stanza e che, al tatto, sono incandescenti. Ed è di fronte a Grosse e Playfair che lo spirito di Bill Wilkins fa sentire la sua voce impossessandosi del corpo di Janet. Il fantasma dice agli investigatori di essere morto per emorragia in quella casa. Sia Grosse, che Playfair che (soprattutto) Anita Gregory, pur credendo in quei fenomeni paranormali, manifestano nel corso del tempo qualche scetticismo e nel 1980 perfino la stessa Janet ammette che circa un 2% di quanto accadeva in casa era falso, architettato o quantomeno ingigantito.

the conjuring 2 storia vera

The Conjuring – Il caso Enfield. New Line Cinema

I demonologi Ed e Lorraine Warren sono invece molto meno scettici riguardo quello che vedono quando vengono a loro volta chiamati a Enfield. “Coloro che hanno a che fare quotidianamente col sovrannaturale sanno quando sono presenti certi fenomeni” commenta Ed, stando a quanto riporta People. Nel 1979 i tabloid passano oltre il caso Enfield, mentre tra i vari esperti non si riesce ad arrivare a una spiegazione logica degli eventi. Se il finale di The Conjuring 2 chiude in qualche modo la storia, nella realtà non si è mai arrivati alla soluzione del caso. Nel 2015 Janet racconta al Daily Mail che le cose iniziano a calmarsi già nel 1978, dopo che un prete visita la casa e la benedice. La famiglia che dopo gli Hodgson va a vivere al 284 di Green Street, però, riporta a sua volta strani fenomeni. Manifestazioni così inquietanti da non rendere possibile la vita in quella casa per più di due mesi.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *