News

The Crown: il video che mostra gli effetti speciali dietro la quarta stagione

Il video è stato pubblicato da Framestore, azienda britannica specializzata negli effetti speciali

La Framestore, azienda britannica specializzata negli effetti speciali, ha pubblicato un’interessante video dove è possibile vedere tutti gli effetti speciali utilizzati nella quarta stagione di The Crown. Essendo la serie Netflix ambientata in una determinata epoca, The Crown necessita di un grande uso di effetti “invisibili”, come l’estensione di un’ambientazione o di una folla. Framestore ha svelato alcuni degli effetti digitali più sorprendenti, tra cui  il cervo fotorealistico al centro di uno degli episodi. I risultati conseguiti nel cinema da Framestore e CFC sono riconosciuti da tutta l’industria cinematografica; nel 2008, Framestore ha vinto il suo primo Oscar ai migliori effetti speciali per La bussola d’oro; nel 2014 vince l’Oscar per Gravity nella medesima categoria. Framestore inoltre è stata nominata agli Oscar anche nel 2007 (Superman Returns) e 2009 (Il cavaliere oscuro).

The Crown: il video pubblicato da Framestore che mostra gli effetti speciali dietro la quarta stagione

Ecco il video con gli effetti speciali presenti nella quarta stagione di The Crown:

La quarta stagione di The Crown è disponibile su Netflix dal 15 novembre.  Tra gli eventi più attesi della quarta stagione ci sono l’introduzione del personaggio di Diana Spencer e del suo matrimonio con Carlo. In più sulla scena politica si vede la Regina interagire con il nuovo Primo ministro: Margaret Thatcher (interpretata da Gillian Anderson). La quinta stagione di The Crown si dovrebbe invece occupare della morte della principessa Diana, una tragedia che interessa ancora le prime pagine dei tabloid britannici dopo oltre 20 anni. The Crown sarà composta da sei stagioni in tutto. Il creatore e sceneggiatore Peter Morgan ha motivato così la scelta di prolungare di un’altra stagione la serie tv: “Non appena abbiamo iniziato a parlare della trama della quinta stagione, è stato subito chiaro che per rendere giustizia alla ricchezza e alla complessità della storia saremmo dovuti tornare al piano d’origine composto da sei stagioni.”

Potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button