Un easter egg potrebbe aver rivelato l’identità del villain in WandaVision

Svelato finalmente il vero nemico di Wanda e Visione?

Un easter egg accuratamente piazzato nel corso delle puntate della serie potrebbe aver rivelato la vera identità del villain in WandaVision. La serie che va in onda a cadenza regolare su Disney+ ha monopolizzato l’attenzione del pubblico nelle ultime settimane. L’approccio originale alla narrazione e alla messa in scena e la possibilità di scoprire di più su un personaggio interessante come Scarlet ha acceso gli animi dei telespettatori. Puntata dopo puntata però si sono accumulate varie domande, su tutte quella sull’identità del vero nemico dei protagonisti è una delle più gettonate.

Arrivati al quarto episodio però alcuni fan hanno iniziato ad unire alcuni puntini e a proporre alcune teorie a riguardo. Quella più gettonata al momento è che il vero villain della serie sia Mefisto, uno dei personaggi malvagi più potenti del mondo fumettistico Marvel. Venne ideato nel 1968 da Stan Lee e John Buscema che per la sua fisionomia e le sue origini si ispirarono deliberatamente a Mefistofele, l’incarnazione del diavolo nella leggenda del Dottor Faust.

Un easter egg potrebbe aver rivelato l’identità del villain in WandaVision

A spingere gli spettatori più attenti  verso questa teoria è la presenza quasi costante di esagoni all’interno di ogni puntata. La figura geometrica si ripete spessissimo, innanzitutto la si può notare nella bolla che Wanda in formato sitcom genera e nei titoli di coda del primo episodio. Temi esagonali sono poi diffusi nell’organizzazione per la difesa della Terra dalle minace extraterrestri, lo SWORD. La traccia più evidente di questo pattern è nell’ufficio del direttore Hayward, qui il motivo esagonale è presente sia sulle pareti che sulla moquette.

Che la ripetizione dell’esagono, e quindi del numero 6, sia solo una coincidenza? Conoscendo il lavoro della Marvel è quasi impossibile che sia così dato che ogni elemento presente nel Marvel Cinematic Universe, così come nei fumetti, non è mai lasciato al caso.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati