AvventuraComicoNetflixRecensioniSerie Tv

Atypical 3: recensione della nuova stagione della serie Netflix

Atypical, la serie originale Netflix, ritorna con la sua terza stagione

Approda finalmente sulla piattaforma streaming la nuova stagione di Atypical, la serie originale Netflix. La serie, ideata da Robia Rashid ha anche ricevuto una nomina ai Satellite Awards del 2018 come miglior Serie comica. È una delle poche che nel panorama odierno si occupa della tematica dell’autismo, trattato invece in film del calibro di Rain Man e più recentemente Tutto il mio folle amore (Volare).Ma senza ulteriori indugi addentriamoci ora nella recensione di Atypical 3 che vi proponiamo! 

Nel cast Keir Gilchrist nei panni di Sam, un diciottenne affetto dalla sindrome di Asperger mentre Brigette Lundy-Paine è Casey, la sorella un po’ fuori dalle righe. Jennifer Jason Leigh e Michael Rapaport riprendono i loro ruoli di Elsa e Doug, genitori dei due. Tra gli altri personaggi abbiamo Evan (Graham Rogers) ragazzo di Casey, Paige (Jenna Boyd) fidanzata di Sam e Izzie (Fivel Stewart) migliore amica di Casey.

Indice

Atypical 3 recensione: la trama

In questa nuova stagione di Atypical troviamo Sam pronto ad affrontare una nuova grande sfida: il college. Già nella stagione precedente aveva espresso il suo desiderio di iniziare questa nuova avventura, sebbene le statistiche per i ragazzi come lui non fossero molto lusinghiere. Nonostante queste premesse però Sam cercherà di fare del suo meglio per affrontare questa nuova esperienza che purtroppo lo metterà a dura prova. L’altra grande protagonista della stagione è indubbiamente Casey. Anche lei alle prese con nuove sfide per il suo futuro scolastico e sportivo. In campo sentimentale invece si troverà in una situazione per lei inaspettata, che la porterà ad esplorare i suoi sentimenti e conoscere una parte inedita della sua personalità. Parallele alle vicissitudini di Sam e Casey, ci sono anche quelle dei loro genitori. Coinvolti ancora nel processo di risanamento del loro matrimonio, i due cercheranno di superare nuovi ostacoli e nuovi problemi.

Analisi – Atypical 3 recensione

Fin dalla prima stagione la serie si è distinta per la sua straordinaria capacità di saper parlare di un argomento delicato come quello dell’autismo. Nonostante il suo disturbo, Sam  vive comunque la sua vita senza percepirlo come un peso. Il punto forte della serie, sia nella sceneggiatura che nella recitazione di Keir Gilchrist, è quello di trattare questo disturbo non come un elemento negativo, ma come una qualità di Sam. Dotato di grande intelligenza e una smodata passione per i pinguini, Sam è un ragazzo brillante. Come tutti i giovani adulti, sente la necessità di cominciare a vivere la sua vita in maniera indipendente. E quale passo più adeguato quindi  se non proprio quello del college? Spinto dalla sua passione per la scienza, per gli animali e per l’arte inizierà a seguire dei corsi che lo appassioneranno e altri, che sebbene lo metteranno alla prova, si riveleranno comunque molto interessanti.

Al di fuori del college, Sam consoliderà il suo rapporto con Paige e affronterà momenti di crisi nelle sue amicizie. Ma nonostante le difficoltà riuscirà a risolverli, dimostrando così una crescita del suo personaggio. Anche Casey si ritroverà ad affrontare dei cambiamenti e a vivere un periodo inaspettato nella sua vita.  Una situazione alquanto delicata la porterà ad interrogarsi sul rapporto di amicizia con Izzie e sul suo futuro con Evan. Un percorso di crescita e di maturità che la porterà ad essere una delle protagoniste assolute della stagione. A dimostrare poi che tutti nella vita meritano una seconda possibilità, c’è Elsa. Personaggio alquanto controverso e poco apprezzato nelle stagioni precedenti, affronterà difficoltà per lei prima insormontabili, dimostrando un grande senso di responsabilità e di maturità. Lei e Doug cercheranno insieme di risolvere i loro problemi, dimostrando che con la pazienza, il tempo e l’amore le cose possono cambiare.

Atypical 3 recensione

Considerazioni tecniche

La serie ripropone con successo la divisione della storia in 10 episodi. La durata di circa trenta minuti è ottima per intrattenere e coinvolgere lo spettatore nella storia, narrata con delicatezza, semplicità e ironia. Quattro episodi della stagione sono stati scritti dall’ideatrice della serie, che ne ha anche diretto uno. La sceneggiatura si conferma scritta in modo interessante con dialoghi coinvolgenti e dedicati a tematiche che sono ottimi spunti di riflessione. Non si perde poi la vena ironica e la disarmante semplicità, incarnate rispettivamente dai personaggi di Casey e Sam stesso. Altro elemento significativo è la rottura della quarta parete da parte di Sam, che in alcuni episodi introduce la storia o la commenta, dirigendosi direttamente agli spettatori. La serie ci mostra una palette di colori molto variabili, da quelli più caldi come il rosso a colori più tenui come il blu, che fanno da sfondo alle vicende dei personaggi.

Atypical 3 recensione – Conclusione

Concludiamo quindi la nostra recensione della terza stagione di Atypical promuovendola in toto. La serie è sicuramente un buon prodotto di intrattenimento per tutti, riesce a coinvolgere lo spettatore nelle vicende di Sam e della sua famiglia. Ci fa capire che anche se c’è qualcosa che ci rende diversi dagli altri, di qualunque entità essa sia, non va considerata come un difetto. La storia di Sam è un incoraggiamento ad accettare le nostre differenze; ad abbracciarle e a circondarci di persone che siano in grado di amarle. In questo elogio delle serie c’è però un elemento che ci sentiamo di criticare. La storyline di un personaggio sembra essere ferma sullo stesso punto dalla stagione uno e questo è un elemento che a lungo andare può annoiare lo spettatore. Tuttavia escluso questo piccolo dettaglio la serie si conferma un piccolo gioiello da guardare con piacere e un ottimo spunto di riflessione.Atypical-3-recensione.3

Atypical, terza stagione

Voto - 8.5

8.5

Lati positivi

  • Storia Ironica e Intelligente
  • Ottimi spunti di riflessione

Lati negativi

  • Scarso progresso di un personaggio

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close