Recensioni

Fargo – Il mix di generi di Joel ed Ethan Coen

Joel ed Ethan Coen firmano Fargo,  pellicola che li ha portati a vincere numerosi premi tra cui due Oscar.

Il film dei fratelli Coen si presenta come un’interessante mix di generi. Fargo è una battaglia sociale e morale tra i buoni ed i cattivi. <<Non riesco proprio a capire>> dirà l’agente in un momento chiave dello sviluppo drammaturgico. I buoni non capiranno mai i cattivi. 

Jerry Lundegaard è il gestore di un autosalone che vacilla economicamente. Per reperire denaro nell’immediato, escogita il rapimento della moglie, il cui riscatto verrà pagato dall’avaro suocero. Durante il rapimento, però, i due “criminali” ingaggiati compiono diversi errori per i quali sono costretti a compiere più di un omicidio. In tutto ciò, l’agente della polizia locale Marge Gunderson, si mette sulle loro orme.

Questo noir scritto da entrambi i fratelli e diretto da Joel Coen, è ambientato tra il bianco della neve situata tra Breinard e Minneapolis. Sarà proprio il bianco ad essere fulcro del tutto; questo colore posto tra due poli opposti: se da un lato, infatti, vi è la nascita, rappresentata dall’agente della polizia incinta, dall’altro il bianco rappresenta un luogo che sembra quasi non esistere, una sorta di desolazione che probabilmente è insita nei corpi stessi dei personaggi. Essi sono completamente privi di sentimenti, ma non solo, bensì molto peggio.

Fargo è una storia di uomini cattivi, avari, truffatori, insensibili. Ma Joel e Ethan Coen ci portano all’occhio anche la parte più sana della società. Non sono tutti così allo sbando: l’agente Marge e suo marito appaiono l’unica speranza nella società odierna americana. Il contesto, però, è talmente tendente al crimine e allo svezzamento del pudore, che per tutto il primo atto della pellicola sembra che la coppia sia totalmente falsa nella loro bontà. Eppure non lo è. I Coen mischiano i generi, giocando con lo humour nero, il dramma ed il thriller, in una sceneggiatura con dialoghi molto veloci ed attori che spesso si sovrappongono. C’è da dire che nonostante il premio Oscar vinto da Frances McDormand – che interpreta l’agente di polizia – come miglior attrice protagonista, l’interpretazione che balza più agli occhi, per cui vale il prezzo del biglietto, è quella di Steve Buscemi. L’attore ha i momenti più comici e brillanti dell’intera pellicola.

L’opera dei fratelli Coen è una parabola sull’amore che ha tutte le carte in regola per vincere sulla malignità, ed in questo senso il finale è emblematico.

Leggi anche: https://www.filmpost.it/recensioni/il-grande-lebowski-recensione/



Fargo / Il mix di generi dei fratelli Coen / di Joel e Ethan Coen

Rating - 6

6

The Good

  • Steve Buscemi
  • Sceneggiatura

The Bad

  • Humour Nero

Voto Utenti: Vota per primo !
Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

Adblock Rilevato

Per favore supportaci disabilitando il tuo Ad Blocker