Serie TvThe Walking Dead

The Walking Dead: recap 8×08 – Spoiler alert!

Si è conclusa la prima parte dell’ottava stagione di The Walking Dead. Possiamo dire che l’ultima puntata della mid season si è conclusa con il botto. Lo stavamo aspettando da puntate ormai, la guerra è definitivamente iniziata facendo già qualche vittima inaspettata. Si prospetta pertanto una seconda parte di stagione più coinvolgente, in cui forse vedremo anche la fine di Negan. Colpi di scena ben costruiti ma comunque con alcuni momenti della trama ovvi e un po’ scontati. Insomma un mid season final che sembra rialzare l’asticella della serie ormai piatta da un po’ e che fa ben sperare per il futuro.

Vediamo cos’è successo nel dettaglio dell’ottava puntata dell’ottava stagione di The Walking Dead.

Dove eravamo rimasti?

Eugene sempre più turbato decide di dichiarare definitivamente la sua posizione nei Salvatori mettendo in atto un piano che libererà il Santuario dalla minaccia dei vaganti. Nel frattempo Tara e Daryl supportati da Morgan sfondano con un camion le pareti del covo dei Salvatori per far entrare all’interno la mandria dei vaganti. Ci riescono e sembra che sia la volta giusta per mettere fine a Negan e compagni. Nel mentre Rick è prigioniero di Jadis, ma dopo un combattimento con uno zombie, egli riesce a liberarsi e a stipulare un accordo con Jadis: uccidere insieme Negan.

** Se non avete ancora visto la puntata fermatevi qua**

E’ così che deve essere

Finale della prima parte di stagione degno della serie che sembra rialzare l’asticella del format. Vediamo nell’ottava puntata la guerra, fin’ora annunciata, finalmente cominciare. I gruppi si stanno riunendo ad Alexandria, nel mentre Enid e Aaron stanno cercando alleati nella comunità di Oceanside, che li catturano.

Recap 8x08 The Walking DeadRick, alleatosi con Jadis, entra nel Santuario come da piano iniziale e qui viene colto da un’imboscata che costringe Jadis a lasciare il suo posto. Carol e Jerry però riescono a salvare Rick dirigendosi poi ad Alexandria. Rick in questo punto è completamente solo, più volte cerca di chiamare via radio i suoi  senza ricevere risposta, ritrovandosi incapace di gestire la situazione mettendosi addirittura in pericolo. Ripone tutta la sua fiducia in una persona, Jadis, che fino poche ore prima era alleata di Negan e che alla prima difficoltà scappa. Comportamento del tutto scontato e prevedibile e Rick in questi momenti non sembra più essere lo stratega delle prime serie in grado di guidare i suoi compagni. Infatti si fa raggirare e manipolare senza ottenere dei risultati concreti.



Il regno

Recap 8x08 The Walking Dead

La scena si sposta nel Regno. Il gruppo di Ezekiel viene attaccato dai Salvatori che vogliono catturare il re per portarlo a Negan. Ezekiel si consegna ai nemici non prima di aver aiutato a scappare i suoi compagni, Carol assiste alla scena e viene esortata dal re a lasciare il Regno. C’è un altro però a proteggere il re: Morgan, il quale si è nascosto pronto ad attaccare i Salvatori e  uccidere il re. Fin qui non c’è niente di così eclatante nella trama, se non forse il sacrificio del re Ezekiel, che con questo gesto cerca di espiare il suo senso di colpa verso la comunità: aver fatto uccidere gran parte dei suoi per prendere invano un avamposto nemico. Ezekiel è un personaggio cruciale nella storia, che ha salvato più di una volta Rick e i suoi da Negan, ma che nell’ottava stagione fatica ad emergere e quando lo fa è debole e solo.

Hilltop

Il gruppo guidato da Meggie e Jesus è in viaggio verso Alexandria, ma sulla via vengono fermati da Simon e altri Salvatori. Meggie viene messa di fronte a tre scelte: far morire Jerry, preso in ostaggio; una persona della comunità; consegnarsi lei stessa. In un primo momento tace, così Simon uccide un componente, poi decide di arrendersi. Simon ordina a tutta la comunità di far ritorno a Hilltop e lavorare per i Salvatori, ma Meggie uccide uno dei prigionieri Salvatori e mette il corpo nella bara che Simon le aveva preparato. Lascia però un messaggio di monito a tutti i Salvatori: ha 38 prigionieri pronti per essere uccisi.

Recap 8x08 The Walking Dead

Meggie è il personaggio più stratega in questa ottava stagione. Agisce in modo astuto e furbo come ha dimostrato in questa ottava puntata. Con Jesus forma una coppia in grado di mandar avanti una comunità senza mettere mai in pericolo i propri abitanti, come invece è accaduto al Regno e ad Alexandria. Personaggio però uscito poco in questa prima parte dell’ottava stagione, ma siamo sicuri che avrà un ruolo fondamentale negli episodi successivi.



Alexandria

Arriviamo al terzo gruppo. Come i primi due anche Alexandria è sotto attacco dei Salvatori. Non è Rick a guidare la comunità ma Carl, il quale ha un piano di salvataggio: sfondare la recinzione del retro, uccidere i Salvatori e rifugiarsi nelle fognature sotto la città. Prima di iniziare l’attacco Negan e Carl hanno una discussione, e nel mentre Daryl, Michonne, Rosita e Tara si preparano all’evasione. Quando Negan si accorge del complotto da l’ordine di bombardare Alexandria. Nel retro intanto Daryl e gli altri uccidono i Salvatori, grazie anche all’aiuto di Dwight. Quest ultimo passo dopo passo sembra aver acquistato la fiducia del gruppo e viene infatti salvato e condotto nel rifugio.

Recap 8x08 The Walking Dead

Il piano di Carl sembra aver funzionato, Alexandria è deserta. Carl si è mostrato più deciso del padre ad affrontare la situazione e in grado di guidare la comunità in modo intelligente e secondo astuzia. Rick arriva finalmente ad Alexandria ed entrando a casa sua viene assalito da Negan, i due hanno uno scontro e Rick riesce quasi ad uccidere il nemico. Scappa e ritrova Michonne in strada in preda ad un attacco di rabbia. Entrano nel rifugio e tra paura e felicità ritrovano tutta la comunità.

Nello sconforto generale Rick ritrova il figlio Carl assieme al ragazzo indiano che due puntate fa aveva salvato dai vaganti. Carl spiega al padre come ha raggiunto il rifugio e mostra tra lacrime e terrore un morso di uno zombie del giorno precedente. Infatti quando i due ragazzi erano stati assaliti da un gruppo di vaganti Carl è rimasto ferito.

La fine di Carl

Si può dire che il finale non è stato certo scontato. Tra tutti i personaggi che sono stati in pericolo durate la prima parte dell’ottava stagione, Carl ne ha pagato le conseguenze peggiori. Personaggio rimasto sempre in sordina durante le precedenti stagioni, risultato  sempre molto impulsivo e avventato. In questa stagione però sembrava essersi riscattato dalla figura paterna, ma ahimè è la vittima inaspettata della trama. Finalmente un colpo di scena tipico di The Walking Dead, che non ci aspettavamo dopo la piega che aveva presa questa ottava stagione. Siamo felici che i produttori abbiamo optato per questa scelta narrativa, il che fa ben sperare per la seconda metà di stagione. Peccato sia capitato al povero Carl, ma di certo porterà un cambiamento determinante in Rick.

Molti ancora gli interrogativi aperti, non ci resta che aspettare la seconda parte dell’ottava stagione di The Walking Dead il prossimo febbraio 2018!

Leggete anche: 

The Walking Dead: recap 8×07 – Spoiler alert!

 

 

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close

Adblock Rilevato

Per favore supportaci disabilitando il tuo Ad Blocker