And Just Like That: analisi dei primi due episodi del nuovo capitolo di Sex and the City

Una breve analisi e le prime impressioni sui primi due episodi del nuovo capitolo di Sex and the City

And Just Like That, il nuovo capitolo di Sex and the City, è approdato su Sky e NOW con i suoi primi due sorprendenti episodi. Carrie, Charlotte e Miranda sono tornate, finalmente, insieme. A distanza di anni, Sarah Jessica Parker, Kristin Davis e Cynthia Nixon ci riaccompagnano nella splendida e caotica New York, ancora una volta. Le tre amiche sono cresciute, sono cambiate, sono maturate ma, fondamentalmente, sono sempre le stesse. Le riconosciamo sin dai primi minuti del primo episodio. Le loro vite si sono evolute, hanno affrontato sfide e trovato un equilibrio diverso. I primi due episodi di And Just Like That, di cui vi proponiamo una breve analisi, sono una ventata di cambiamento, una doccia fredda ma anche una carezza necessaria che stavamo aspettando.

Gli altri otto episodi del revival di Sex and the City usciranno a cadenza settimanale ogni giovedì. Il finale di quest’ultima stagione andrà in onda giovedì 3 febbraio del 2022. Se siete curiosi di conoscere le nostre prime impressioni sul debutto di And Just Like That, proseguite nella lettura del nostro articolo che, corre obbligo segnalarlo, contiene spoiler.

*** ATTENZIONE SPOILER ***

Indice:

Carrie, Charlotte, Miranda e l’amicizia che resiste al tempo – And Just Like That, analisi 

Può un’amicizia resistere al tempo, ai cambiamenti, agli amori, ai figli adolescenti, alle carriere? Possono i legami umani sostenerci per tutta la vita, nei momenti più complessi della nostra esistenza? Forse, è proprio questa la prima domanda che ci poniamo, guardando il primo episodio di And Just Like That. Ritroviamo Carrie, Charlotte e Miranda nelle loro essenze di sempre, nelle caratteristiche che più abbiamo amato di queste donne coraggiose, eleganti e continuamente schiette. Eppure, qualcosa di impercettibile, sia dentro che fuori, in ognuna di loro è cambiato. L’assenza di Samantha si avverte in modo netto e deciso. Le quattro ragazze sono diventate tre e tutto sembra diverso senza quella presenza incisiva e colorata. In una scena, Carrie si rivolge a Miranda, dicendole: ”Ho sempre pensato che noi quattro saremmo state amiche per sempre”.

Ma così non è stato. Samantha è lontana e le tre amiche devono trovare, insieme, un nuovo modo per tenersi unite, attraversando gli urti della vita. Carrie è alle prese con la sua vita coniugale con Mr. Big e con il suo lavoro, continuamente in cambiamento. Charlotte e Miranda, invece, fanno i conti con la loro maternità e con quei figli adolescenti, non sempre facili da gestire. Inoltre, Miranda abbandona il suo colore di capelli ed il suo lavoro per studiare nuovamente legge e conseguire un’altra laurea. Nella loro New York si respira un’aria diversa, quella post lockdown, quella che guarda il mondo ed il passare del tempo, in modo diverso.

and just like that

And Just Like That. HBO Entertainment

 

“And Just Like That… Big died” –  And Just Like That, analisi

«La morte fa parte della vita, è la parte più triste ma è anche una parte importante perchè ci dona la possibilità di ricordare quanto i nostri cari significhino per noi, è triste ma può essere anche bello».

Cosa succede quando, improvvisamente, la tua vita viene sconvolta dalla morte? Resti immobile, pietrificata, incapace di fare un passo in avanti, di realizzare cosa sta succedendo. Questo è ciò che accade a Carrie nel primo episodio di And Just Like That. Avevamo, finalmente, rivisto la nostra protagonista e John nel loro nido d’amore. Sono una coppia che sorride, cucina, ascolta buona musica, si rispetta. La loro tanto agognata serenità è una realtà a tutti gli effetti. Ma Mr. Big muore improvvisamente e Carrie deve fare i conti con quella morte inaspettata, con un’assenza ingiustificabile. Lo abbraccia lì, sotto la doccia, in una scena straziante e poetica e gli dice addio. Le scarpe (proprio quelle splendide Manolo Blahnik blu) si bagnano sotto il getto incessante dell’acqua corrente. Perde l’amore di una vita e, in modo inevitabile, smarrisce silenziosamente anche se stessa, senza accorgersene.

Carrie deve sopravvivere senza John. Ma come si fa? Piange poco, dorme poco. Le ore che passano sembrano sempre infinite. La notte sembra non finire mai. Organizza il suo funerale, proprio come avrebbe voluto lui: in modo elegante e discreto. Sembra non crollare mai. Eppure, sembra avere dentro di sé migliaia di pezzettini invisibili e ormai frantumati. Al centro dei primi due episodi del nuovo capitolo di Sex and the City c’è il dolore. In una delicata scena, Charlotte racconta alle sue figlie l’importanza della morte che fa parte della vita e ci dona la possibilità di ricordare. Le ragazze le chiedono: ”Carrie è sola, adesso?”. Ma Charlotte risponde prontamente: ”No, lei ha noi”.

and just like that

And Just Like That. HBO Entertainment

      Il realismo di And Just Like That   

And Just Like That ci trasmette un realismo colorato, sincero, delicato. L’amore, la morte, l’amicizia, la famiglia sono gli elementi chiave di questi primi due episodi. Con verità (quella verità che spesso non ci piace ma esiste) ritorniamo nelle vite di Carrie, Miranda e Charlotte e quelle vite, imperfette, ironiche e a volte inadeguate ci rappresentano. Il tempo passa e ci presenta dei conti da affrontare. Ti ritrovi, di colpo, di fronte all’assenza dell’amore della tua vita. Perdi un’amica che pensavi che non sarebbe mai andata vita. Vivi, ogni giorno, il tuo lavoro come una sfida costante, compi infinite battaglie con i tuoi figli che crescono troppo in fretta e reclamano la libertà. And Just Like è tutto questo e sarà tanto altro nei prossimi episodi. 

Sarah Jessica Parker, Kristin Davis e Cynthia Nixon sono la colonna portante della narrazione. Diverse tra di loro, colme di sfumature continuamente da scoprire. Resistono al tempo che passa e ci regalano dialoghi e scene moderne, dinamiche, al passo con il mondo che corre veloce. In una scena del primo episodio viene citata anche Bridgerton, la serie diventata un vero e proprio cult per gli spettatori e allora capiamo che ci sono tutti gli elementi per una stagione ricca di colpi di scena. Sì, ci manca Samantha ma ce ne faremo una ragione. In fondo, tre è il numero perfetto.                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *