News

Amanda Seyfried: l’attrice oggi rifiuterebbe le scene di sesso

L'attrice Amanda Seyfried ha spiegato perchè oggi direbbe di no a scene di sesso per il cinema

Amanda Seyfried oggi rifiuterebbe le scene di sesso. Poiché è infatti sposata e madre, l’attrice ha dichiarato di non avere il desiderio di spogliarsi per il cinema. In passato, invece, l’attrice si era spogliata per la celebre scena di sesso con Julianne Moore in Chloe. Nel film Catherine assoldava Chloe Sweeney, una giovane e bellissima prostituta interpretata proprio dalla Seyfried. Lo scopo era provare a sedurre David, il marito di Catherine, per testare la sua fedeltà. Da quel momento Catherine e Chloe rimanevano in contatto per pianificare gli incontri tra la ragazza e David. Dopo ogni incontro, le due donne si vedevano per parlare della cosa; finché un giorno Chloe confessava di aver avuto un rapporto sessuale con David.

Amanda Seyfried – L’attrice non farà più scene di sesso

In merito alle scene di sesso, le cose oggi sono cambiate: “Sento di avere un potenziale diverso da quando ho una figlia“, ha dichiarato Seyfried, 34 anni, a PorterEdit in un’intervista del passato. “Sono diventata la tipa che dice: ‘No, non posso fare quel viaggio stampa perché sto trascorrendo del tempo con mia figlia.’ Oppure, ‘vuoi che dia il massimo per questa parte? Che ne dici allora di eliminare del tutto quella scena sessuale? Oppure, ‘no, scordatelo, non indosserò mai quel perizoma”.

Piuttosto la star di Mamma Mia, caduta vittima di un noto hackeraggio qualche anno fa che diffuse online diverse foto private, preferirebbe spogliarsi solo in camera da letto. L’attrice ha anche dichiarato che vorrebbe altri tre o quattro figli da suo marito Thomas Sadoski. I due si incontrarono quando la Seyfried era impegnata con Justin Lon, mentre Sadoski addirittura sposato con Kimberly Hope. Ma entrambi andarono alla ricerca l’uno dell’altro solo quando tornarono single. “Thomas non ha mai flirtato con me quando era ancora sposato, non ha mai mancato di rispetto a sua moglie. Sarebbe stato questo dettaglio, in seguito, a spingermi a pensare che forse avrei potuto sposarlo. Possiamo raccontare la nostra storia senza sensi di colpa.”

 

Potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button