Avatar 2: James Cameron mostra la nave Matador nelle nuove foto dal set

Nuove foto dal set dell'atteso sequel del film uscito nel 2009

James Cameron ha condiviso alcune foto dal set di Avatar 2, dove ci viene mostrata un’imbarcazione d’assalto e alcune particolari tecnologie utilizzate. Il tanto atteso sequel del blockbuster di fantascienza di James Cameron è stato rimandato numerose volte nel corso degli anni: ad oggi l’uscita in sala è fissata per dicembre 2022. La trama del sequel è ambientata diversi anni dopo i fatti del primo “Avatar”. Al centro della scena vi saranno ancora una volta Jake Sully e Neytiri, che hanno creato una famiglia. I due hanno dei figli e insieme sono pronti a esplorare le meraviglie di Pandora. In questo secondo capitolo James Cameron condurrà gli spettatori alla scoperta dell’universo vitale acquatico del pianeta. Il cast della serie di film è formato da Kate WinsletEdie FalcoMichelle YeohVin Diesel, insieme ad un gruppo di attori che interpretano le nuove generazioni di Na’vi. Nei film torneranno anche i protagonisti del primo film, ossia Sam WorthingtonZoe SaldanaStephen LangSigourney WeaverJoel David MooreDileep Rao e Matt Gerald. Il film sarà seguito da un terzo capitolo, in uscita il 22 dicembre 2023. Per il quarto e quinto capitolo, invece, si dovrà attendere ancora qualche anno: 19 dicembre 2025 17 dicembre 2027.

Avatar 2: James Cameron mostra nuove foto dal set del film

Ecco le nuove foto dal set di Avatar 2:

L’ultimo set per le riprese del 2020. Il Matador (nave da comando) posto sopra una base motion-control dal peso di ben 16 tonnellate, in grado di ruotare di 360 gradi. A ciò si aggiungono tre technocrane e un russian arm (gru) sopra una Mercedez-Benz. Solo un altro giorno come gli altri sul set del sequel di ‘Avatar’.

Le riprese di Avatar 2 sono state interrotte per alcuni mesi, per poi riprendere in sicurezza in Nuova Zelanda. La Lightstorm Entertainment ha però chiesto alla Disney di modificare le date d’uscita previste dal calendario precedente. I quattro sequel previsti sono dunque slittati di dodici mesi l’uno. La produzione è al lavoro a questo maxi progetto dal 2017 e ogni titolo avrà a disposizione un budget da 250 milioni di dollari.

Articoli correlati