News

“Rivogliamo Enzo Salvi con Boldi e De Sica!” – Nasce la petizione online per Amici come prima

Nel nuovo film firmato Boldi - De Sica pare che saranno molte le assenze illustri, tra le quali quella dell'attore romano

La grande notizia era già trapelata tempo fa: Massimo Boldi e Christian De Sica torneranno insieme per il loro nuovo film Amici come Prima. Le riprese cominceranno a breve e il film in sé preannuncia un connubio nostalgico di gag e battute che ci riporteranno indietro nel tempo, quando i cinepanettoni marcati Boldi De Sica erano un appuntamento consueto. Dopo quasi 13 anni di separazione artistica i due si riconcilieranno nel loro nuovo film, con il piccolo problema che degli “amici come prima” a quanto pare non si vedrà nemmeno l’ombra. In particolare, a fare scalpore è stata l’assenza di Enzo Salvi, la quale ha movimentato il web sin da subito.

“Rivogliamo Enzo Salvi con Boldi e De Sica!” – Nasce la petizione online per Amici come prima

Il web rivuole Enzo Salvi

Ebbene si: Enzo Salvi, storico collaboratore del duo, a quanto pare sembra essere stato escluso dal progetto. Insieme al comico romano, altri esclusi a sorpresa sono Biagio Izzo e Paolo Conticini, figure cult del genere. L’unico inserimento che rispetterebbe le tradizioni sembra essere quello di Maurizio Casagrande, recentemente apparso anche nell’ultimo film di Boldi “Natale da chef” (Qui trovate la nostra recensione).

enzo salvi boldi de sica amici come prima

Ebbene, il popolo del web non l’ha presa benissimo. È nata infatti una petizione su Change.org per far apparire Enzo Salvi nel film della coppia Boldi De Sica (Qui trovate il link della petizione). Da “Natale sul Nilo” fino a “Natale in India”, Enzo Salvi è stato una presenza costante, sempre al fianco del famoso duo comico italiano. Le collaborazioni tra i tre però risalgono però a molto prima, più precisamente al 2000, ai tempi di Bodyguard. Detto ciò, contiamo molto sul buon senso del web per il successo della petizione. La presenza di Salvi nel cinepanettone annuale è considerabile ormai una tradizione e, in virtù di questo, vogliamo chiudere dicendo che:

La tradizione non consiste nel mantenere le ceneri ma nel mantenere viva una fiamma.

Jean Léon Jaurès

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

Adblock Rilevato

Per favore supportaci disabilitando il tuo Ad Blocker