L’attrice Esmé Bianco di Game of Thrones denuncia Marilyn Manson: “Voglio impedirgli di distruggere altre vite”

La protagonista di Games of Thrones ha raccontato di esser stata invitata due volte a Los Angeles da Manson con la promessa di lavoro

L’attrice britannica Esme Bianco, della popolare serie Tv Game of Thrones, ha denunciato il cantante Marilyn Manson e il suo ex manager Tony Ciulla per abusi presso il tribunale federale di Los Angeles. Stando al documento depositato oggi in California, Brian Warner (ovvero il nome all’anagrafe di Manson) e Ciulla, sono anche incriminabili di traffico di esseri umani. In quanto l’attrice sarebbe stata attirata da Londra a Los Angeles facendole credere che avrebbe preso parte a un video musicale, che invece non è mai stato girato.

Nel febbraio scorso, era stata l’ex compagna Evan Rachel Wood a rivelare gli anni di abusi, di conseguenza lo sceriffo della contea di Los Angeles ha aperto un fascicolo che indaga in particolare gli episodi avvenuti tra il 2009 e 2011 quando il cantante viveva a West Hollywood. Nella sua denuncia Esmé Bianco racconta che nel 2009; Manson la fece volare da Londra a Los Angeles per girare il video di I want to kill you like they do in the movies. Ma, invece dell’albergo prenotato, la donna si ritrovò nell’abitazione della rockstar; non c’era nessuna troupe televisiva pronta a girare, ma soltanto Manson con il suo smartphone.

L’attrice Esmé Bianco di Game of Thrones denuncia Marilyn Manson

L’avvocato ha dichiarato: “Ci sono voluti anni perché la signora Bianco elaborasse la portata degli abusi fisici, sessuali, psicologici ed emotivi perpetrati dal signor Warner. La sua carriera ne ha risentito e ancora oggi soffre di stress post-traumatico, ansia, depressione e attacchi di panico“. L’uomo, si legge sempre nell’accusa, le avrebbe impedito di mangiare e di dormire; la Bianco sarebbe stata drogata, rinchiusa in una camera da letto dove Manson l’avrebbe frustata. Nella sua accusa, l’attrice racconta che Manson la rinchiuse in casa, dove si divertiva a inseguirla con un’ascia fino a procurarle dei tagli con un coltello. Nel 2011, Bianco si trasferì a Los Angeles e le fu offerto di recitare con Manson in un film intitolato Phantasmagoria; ma poi subì due mesi e mezzo di abusi permanenti, minacciata che, se si fosse sottratta, avrebbe avuto problemi con il visto. Queste le parole dell’attrice:

Nonostante le numerose donne coraggiose che si sono pronunciate contro Marilyn Manson, innumerevoli sopravvissuti rimangono zittiti e alcune delle loro voci non verranno mai ascoltate. La mia speranza è che non zittendo la mia voce, possa aiutare a impedire a Brian Warner di distruggere altre vite e dare coraggio ad altre vittime nel cercare la propria piccola misura di giustizia.

Articoli correlati