I Fantastici Quattro: Josh Trank e quel tweet amaro prima dell’uscita del film

Il regista de "I Fantastici Quattro", firmò un memorabile tweet il giorno prima dell'uscita americana

Non è un segreto che il regista Josh Trank ha quasi rinnegato il suo lavoro sul remake de I Fantastici Quattro. Il film uscito nel 2015, fu aspramente criticato per la trama poco consistente, i personaggi deboli e gli effetti speciali scarsi. Tutt’ora il regista rilascia pesanti interviste in cui discute del rapporto problematico avuto con la produzione 20th Century Fox. Il giorno prima dell’uscita americana del film, in risposta alle reazioni negative da parte della stampa e del pubblico internazionale (il film era già uscito in alcuni mercati stranieri) il cineasta scrisse:

Un anno fa avevo una versione fantastica di questo film, e avrebbe ricevuto ottime recensioni. Probabilmente non la vedrete mai. Ma questa è la realtà.

Josh Trank e i problemi sul set de I Fantastici Quattro

Quel tweet fu eliminato abbastanza rapidamente, presumibilmente su richiesta della 20th Century Fox, ma ciò non fu sufficiente per salvare la reputazione del lungometraggio. I retroscena emersero un mese dopo in un articolo dell’Hollywood Reporter, dove persone al corrente della situazione affermarono che il film fosse stato approvato per i motivi sbagliati. Josh Trank ha successivamente ammesso di non essere stato per forza la scelta giusta per girare I Fantastici Quattro. Il motivo sta nel fatto che del fumetto originale gli importava poco o nulla e voleva metterci eccessivamente del suo, snaturando il progetto agli occhi dello studio.

Questo portò alla necessità di rigirare parte del film, ed è uno dei rari casi in cui è evidente che alcune scene siano state aggiunte in un secondo momento. Si nota particolarmente dai capelli di Kate Mara, che per i reshoot indossò una parrucca, e dalla peluria facciale di Miles Teller. Trank sostiene di aver girato di persona le sequenze aggiuntive, per venire incontro alla Fox. Ma prima dell’uscita si vociferava che uno dei produttori avesse supervisionato il tutto in maniera ufficiosa; dato che in ogni caso il credit nella versione finale sarebbe andato al regista. A causa dell’insuccesso commerciale, il sequel previsto per il 2017 è stato cancellato, e attualmente è in produzione un reboot che sarà ambientato nel Marvel Cinematic Universe.

Articoli correlati