News

Festival di Berlino 2020: anche l’Italia tra i vincitori della 70ª edizione

Il cinema italiano trionfa a Berlino, ecco tutti i vincitori

Il cinema italiano trionfa al Festival di Berlino. La 70ª edizione diretta per la prima volta da un italiano, Carlo Chatrian, vede infatti trionfare Elio Germano, Orso d’argento come miglior attore al Festival di Berlino 2020 grazie a Volevo Nascondermi di Giorgio Diritti. Un trionfo assoluto per il 39enne attore romano, vincitore in passato anche di 3 David, un Nastro d’Argento e 3 Globi d’Oro. Trionfa anche  Favolacce, seconda opera di Fabio e Damiano D’Innocenzo (interpretato sempre da Elio Germano), che vince infatti il premio per la miglior sceneggiatura, scritta ad appena 19 anni e per oltre un decennio rimasta chiusa in un cassetto.

Favolacce uscirà al cinema il 16 aprile, mentre c’è incertezza sull’uscita di Volevo Nascondermi, inizialmente previsto in sala dal 27 febbraio ma rinviato a data da destinarsi causa Coronavirus. Il premio più importante del festival, l’Orso d’oro, è invece andato a There is no evil dell’iraniano Mohammad Rasoulof al quale non è stato permesso di venire a Berlino dal suo Paese.

Ecco tutti i vincitori del Festival di Berlino 2020:

Orso d’oro per il miglior film: Sheytan vojud nadarad (There Is No Evil) di Mohammad Rasoulo

Orso d’argento, gran premio della giuria: Never Rarely Sometimes Always di Eliza Hittman

Orso d’argento per il miglior regista: Hong Sangsoo per Domangchin yeoja (The Woman Who Ran)

Orso d’argento per il miglior attore: Elio Germano per Volevo nascondermi (Hidden Away) di Giorgio Diritti

Orso d’argento per la migliore attrice: Paula Beer per Undine di Christian Petzold

Orso d’argento per la migliore sceneggiatura: Favolacce (Bad Tales) dei fratelli D’Innocenzo

Orso d’argento per il miglior contributo artistico: Jürgen Jürges per la fotografia in DAU. Natasha di Ilya Khrzhanovskiy and Jekaterina Oertel

Sezione Encounters, miglior film: The Works and Days (of Tayoko Shiojiri in the Shiotani Basin) di C.W. Winter e Anders Edström

Sezione Encounters, premio speciale della giuria: The Trouble With Being Born di Sandra Wollner

Sezione Encounters, miglior regista: Cristi Puiu per Malmkrog

Sezione Encounters, menzione speciale: Isabella di Matías Piñeiro

Miglior documentario / Documentary Award: Irradiés (Irradiated) di Rithy Panh

Menzione speciale Berlinale Documentary Award: Aufzeichnungen aus der Unterwelt (Notes from the Underworld) di Tizza Covi e Rainer Frimmel

GWFF Best First Feature Award: Los conductos di Camilo Restrepo

Menzione speciale GWFF Best First Feature Award: Nackte Tiere (Naked Animals) di Melanie Waelde

Orso d’Oro al miglior corto: T di Keisha Rae Witherspoon

Orso d’Argento Premio della Giuria (corto): Filipiñana di Rafael Manuel

Audi Short Film Award: Genius Loci di Adrien Mérigeau

Tags

Potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close