Ghostbusters: 5 curiosità sul cult di Ivan Reitman

La commedia cult del 1984 con Bill Murray e Dan Aykroyd in onda oggi in prima serata su Paramount Network

Andrà in onda oggi in prima serata alle 21.10 su Paramount Network Ghostbusters, vero e proprio cult del 1984 diretto da Ivan Reitman. Enorme successo al botteghino a livello mondiale, genera un sequel (Ghostbusters II, del 1989), due serie animate e un remake tutto al femminile nel 2016. Bill Murray, Dan Aykroyd, Harold Ramis, Ernie Hudson, Sigourney Weaver e Rick Moranis sono i protagonisti di una delle commedie più popolari di sempre. In Italia in film arriva nelle sale nel gennaio del 1985. Dan Aykroyd ed Harold Ramis firmano a quattro mani la sceneggiatura, da un’idea dello stesso Aykroyd che aveva sviluppato da solo la prima stesura dello script. Prima di rivederlo questa sera in tv riprendiamo alcune curiosità dietro le quinte di Ghostbusters nel nostro articolo.

Dietro le quinte di Ghostbusters in 5 curiosità

  • Abbiamo accennato in apertura del nostro articolo di curiosità su Ghostbusters come Dan Aykroyd sia stato l’unico autore della prima stesura della sceneggiatura. All’epoca Aykroyd aveva sicuramente pensato in grande, dando vita a un’idea che avrebbe richiesto una spesa piuttosto ingente in termini di budget. Diverse squadre di acchiappafantasmi, un’ambientazione nel futuro e viaggi avanti e indietro nel tempo e nello spazio, per una spesa ipotizzata pari a più di 300 milioni di dollari. Affascinato dalla storia ma intenzionato a ridimensionare il tutto in termini economici, Reitman chiamò Harold Ramis. Secondo Reitman, Ramis aveva le carte in regola per dare al film il giusto tocco, rivedendo nel contempo le ambizioni di Aykroyd e il risultato fu un successo.
  • All’inizio i protagonisti di Ghostbusters dovevano essere lo stesso Dan Aykroyd, John Belushi, John Candy ed Eddie Murphy. Belushi morì prematuramente durante la pre-produzione; Candy non accettò per alcune divergenze sul piano creativo e poiché doveva già girare Splash – Una sirena a Manhattan. Quanto a Murphy, benché interessato alla parte, si trovò costretto a rifiutare perché aveva già accettato il ruolo da protagonista in Beverly Hills Cop – Un piedipiatti a Beverly Hills.
  • Nel pieno del lancio di Ghosbusters nelle sale americane, per tenere alto l’interesse, Reitman realizzò un trailer particolare. Si trattava in pratica della stessa pubblicità degli acchiappafantasmi che si vede nel film. Al posto del prefisso 555, Reitman inserì un 1-800 che permetteva alle persone a casa di chiamare davvero quel numero di telefono. Chiamando si sentivano le voci di Murray e Aykroyd rispondere “Salve. In questo momento siamo fuori a caccia di fantasmi”. Per sei settimane più di 1000 persone al giorno chiamarono quel numero 24 ore su 24.
  • Chiudiamo il nostro articolo di curiosità su Ghostbusters con un dettaglio riguardante le performance degli attori, in particolare di Bill Murray. Quasi nessuna delle scene venne girata come nello script e molte delle battute erano improvvisate. Questo vale soprattutto per Bill Murray, protagonista della gran parte delle improvvisazioni nel film.

Ghostbusters andrà in onda oggi in prima serata alle 21.10 su Paramount Network.

Articoli correlati