News

Hair Love: il corto premio Oscar diventa una serie HBO

Il cortometraggio Hair Love, che ha vinto l'Oscar lo scorso febbraio, diventerà presto una serie per HBO

Hair Love diventa una serie HBO. Il cortometraggio vincitore di un premio Oscar, ha dato vita alla nuova serie televisiva intitolata Young Love, e destinata a HBO Max. Il progetto sarà composto da dodici episodi che saranno prodotti da Sony Pictures Animation.

Il corto prende il titolo dal libro di Matthew A. Cherry. Si racconta la storia di Stephen, un giovane afroamericano, che impara a prendersi cura dei capelli di sua figlia Zuri; in questa attività è assistito e coadiuvato dai video della moglie Angela, che si trova in ospedale poiché è malata di cancro. Young Love espanderà la storia della famiglia; tra i componenti del nucleo familiare v’è anche il gatto Rocky. Mostrandoli alle prese con lavoro, il matrimonio, le difficoltà dell’essere genitori, tematiche sociali e dinamiche multigenerazionali, la serie sarà un focus sulle varie dinamiche che legano i protagonisti.

Hair Love – Il corto diventa una serie HBO

Cherry ha dichiarato: “Sono incredibilmente eccitato nel continuare a raccontare la storia di Stephen, Angela e Zuri ed esplorare ancora di più le dinamiche di una giovane famiglia afroamericana. Non potremmo chiedere dei partner migliori rispetto a Sony Pictures Animation e HBO Max”. Karen Rupert Toliver di Sony pictures animation ha aggiunto: “Continuare la nostra partnership con Matthew Cherry, che ha un dono nell’affrontare storie significative che toccano i nostri cuori, è un privilegio. Personalmente non vedo l’ora di poter ridere e piangere con la famiglia Young.

Il cortometraggio Hair Love, finanziato da una campagna Kickstarter, ha vinto l’Oscar per il miglior corto animato lo scorso febbraio. Prima di dedicarsi al cinema Cherry, autore del libro, è stato un grande giocatore della NFL (National Football League); ha giocato per i Jacksonville Jaguars e i Baltimore Ravens, tra gli altri. Ha anche diretto diversi episodi televisivi, tra cui Black-ish, Mixed-ish, The Last OG e Whiskey Cavalier, oltre che a numerosi video musicali.

Tags

Potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close