News

House of the Dragon: Matt Smith nel cast del prequel di Game of Thrones

Nuovi ingressi nel cast della nuova serie targata HBO

Il cast di House of the Dragon si arricchisce con volti nuovi e illustri, tra i quali spiccano Olivia Cooke, Matt Smith ed Emma D’Arcy. Tutti avranno parti di rilievo. La serie racconta di eventi accaduti cronologicamente prima di quelli che abbiamo imparato a conoscere con la serie principale, Game of Thrones. House of the Dragon è ideata da George R.R. Martin, Ryan Condal e Miguel Sapochnik. Le vicende narrate sono tratte dal libro Fuoco e Sangue, in cui si narrano eventi accaduti circa 300 anni prima di quelli raccontati nella storyline principale. Si tratta di un ciclo che racconta della casata dei Targaryen e che sarà diretto da registi come Clare Kilner, Geeta V. Patel e Greg Yaitanes. Lo showrunner della serie sarà Ryan Condal, che collaborerà con Miguel Sapochnik, vecchia conoscenza dello show HBO campione di incassi e riconoscimenti, conclusosi lo scorso anno.

Matt Smith tra i nuovi ingressi nel cast di House of The Dragon

Sappiamo che nelle dieci puntate stimate Olivia Cooke sarà Alicent Hightower, figlia di Otto Hightower, il consigliere del re (figura, quest’ultima, presente anche in Game of Thrones) e famosa in tutto Westeros per la propria bellezza.  Dotata di straordinario acume politico e spiccata intelligenza, passa le sue giornate cercando di imparare le regole politiche di palazzo. Purtroppo dovrà sottostare ai duri retaggi della società patriarcale dove vive. Emma D’Arcy sarà Rhaenyra, la principessa, la quale passa il suo tempo cavalcando i draghi, simbolo della casata d’appartenenza. Matt Smith invece interpreta il principe Daemon, fratello minore di Vyserion (quest’ultimo, in House of the Dragon, il regnante in carica). Daemon è un guerriero impareggiabile ed un eccellente cavalcatore di draghi. Egli è, inoltre, il diretto erede al trono di Vyserion. Rumors non confermati suggeriscono il possibile coinvolgimento di Danny Sapani. nei panni di Corlys Velaryon.

Potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button