News

In The Shadow of the Mountain: Selena Gomez protagonista del biopic

L'attrice interpreterà l'alpinista peruviana LGBTQ Silvia Vásquez-Lavado

Selena Gomez sarà la protagonista del film biografico In The Shadow of the Mountain, incentrato sull’alpinista LGBTQ Silvia Vásquez-Lavado. La scalatrice peruviana è stata la prima donna LGBTQ a conquistare le Sette Vette, cioè le sette cime più alte dei sette continenti, di cui fanno parte il Monte Everest, l’Aconcagua e il Kilimanjaro. La Vásquez-Lavado è anche la fondatrice di Courageous Girls, associazione no-profit che assiste le vittime di abusi sessuali e prostituzione. Inoltre, ha organizzato escursioni per coloro che sono sopravvissute agli abusi al campo base del Monte Everest. La società di cofinanziamento di Scott Budnick focalizzata sull’impatto One Community, sta producendo il film insieme al premio Oscar Donna Gigliotti e al Tempesta Films. Il film sarà scritto e diretto da Elgin James, sceneggiatore e regista di Little Birds e co-creatore di Mayan’s M.C. di FX. In The Shdow of the Mountain dovrebbe uscire nel 2022.

In The Shadow of the Mountain: Selena Gomez sarà l’alpinista peruviana Silvia Vásquez-Lavado

Le parole dei due produttori:

Silvia è una forza della natura. Scott e io siamo così entusiasti di lavorare con Elgin e Selena per raccontare questa storia di resilienza, coraggio, avventura e umanità. Budnick ha aggiunto: Siamo entusiasti di metterci al lavoro per portare sullo schermo l’incredibile e stimolante storia di Silvia.

Selena Gomez sarà presto protagonista in Dollhouse, thriller-horror psicologico ambientato nella scena della moda di New York. Il film è descritto come un thriller psicologico “nello spirito di Black Swan“, ed è prodotto dalla stessa Selena Gomez insieme a Shawn Levy (Free Guy) e Dan Cohen del banner 21 Laps. Scritto dall’esordiente Michael Paisley, il progetto è attualmente alla ricerca di un regista e sarà distribuito in tutto il mondo da STXfilms. L’ultimo film dell’attrice è Un giorno di pioggia a New York, diretto da Woody Allen. Da allora ha preferito lavorare dietro la telecamera come produttrice esecutiva di Hotel Transylvania 4, della commedia romantica Broken Hearts Gallery, della serie di successo 13 Reasons Why e del documentario Living Undocumented.

Potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button