Intervista ad Elisa Visari: “Adesso, sogno un ruolo alla Lara Croft in un film d’azione”

La nostra intervista a Elisa Visari, dal lavoro con Gabriele Muccino al sogno di recitare in un film d'azione

Elisa Visari è una giovane attrice che si sta facendo, pian piano, spazio nel mondo del cinema. Dopo aver preso parte a ben due film di Gabriele MuccinoA casa tutti bene, nel 2018, e Gli anni più belli nel 2020, Elisa è stata la protagonista del thriller Dentro la notte di Daniele Falleri. Nelle ultime settimane, fa parte del cast della serie Luce dei tuoi occhi, in onda su Canale 5. La sua carriera è tutta da vivere e l’artista lo sa bene. Nel suo futuro, Elisa Visari sogna un ruolo alla Lara Croft, in un film d’azione. FilmPost l’ha incontrata per parlare dei suoi progetti, delle consapevolezze conquistate fino ad ora e delle serie che ama guardare, quando non è sul set. Ecco la nostra intervista ad Elisa Visari.

 

Intervista ad Elisa Visari 

In che modo ti sei preparata, fisicamente, per prendere parte alla serie Luce dei tuoi occhi

In questa serie, in modo particolare, c’è stato un grande lavoro soprattutto fisico per costruire questo personaggio. Tutte noi attrici del cast avevamo avuto un passato nel mondo della danza. Ho studiato per dodici anni danza, ma ero ferma da tre anni. Per quasi un mese, ogni giorno, abbiamo fatto varie prove con una coreografa. Sul set, noi ragazze ci siamo aiutate a vicenda per costruire i nostri personaggi che vivevano, in qualche modo, lo stesso percorso di vita.

Come descriveresti la tua Valentina, invece? 

Valentina è, sicuramente, una ragazza molto forte. Non ha i genitori e vive, da sola, con suo fratello, a differenza delle sue amiche. Ha vissuto un passato abbastanza difficile. Ogni personaggio, in questa storia, ha una storia da raccontare. Sai, Valentina molto spesso indossa una maschera per sembrare ancor più dura e più forte agli occhi degli altri; è un personaggio competitivo. Aspira a diventare la prima ballerina, vuole vincere perché vede la vittoria come un mezzo per poter andar via dalla sua città. Vorrebbe continuare a ballare. Per lei, la danza rappresenta una sorta di via di fuga. 

C’è qualcosa di lei che fa parte di Elisa Visari? E quanto è stato importante, per te, costruire un solido legame con le tue compagne di set?

Valentina può sembrare quella più distaccata rispetto alle altre ragazze che sembrano molto più amiche. Eppure, per lei, l’amicizia è ciò che conta davvero. Ed anche, per me, è così. L’amicizia che si crea tra le ragazze, all’interno della serie, si è creata anche al di fuori del set tra di noi. Noi ragazze siamo state cinque mesi sempre insieme, tra Roma e Vicenza. A Vicenza, per esempio, eravamo in hotel sempre insieme. E anche quando non eravamo sul set, passavamo del tempo tra di noi. Credo che sia fondamentale creare un rapporto del genere con le tue colleghe e amiche.

Quando c’è tensione tra colleghi, lo si percepisce nel momento in cui guardi una scena sullo schermo. Ogni nostro abbraccio era vero e reale. Tra di noi si sono creati dei legami che poi, nelle scene, si percepiscono. Per me, è molto importante costruire un bel rapporto con gli altri attori, con il regista e con tutto il gruppo di lavoro. In questa serie raccontiamo l’amicizia e l’amore per la danza ed è quello che realmente abbiamo vissuto. 

Nei mesi scorsi, sei stata la protagonista del thriller Dietro la notte. Mi racconti del tuo rapporto con il regista Daniele Falleri?

Daniele Falleri è stato meraviglioso. Era alla sua opera prima ma è stato fortissimo. Si relaziona agli attori molto bene ed è molto importante trovare un regista che aiuta i suoi attori sul set. Ho amato girare questo thriller, è un genere che mi diverte molto. Dietro la notte è un film pieno di colpi di scena. Adesso, mi piacerebbe girare anche un horror. Mi incuriosisce tanto.

Intervista ad Elisa Visari

COPYRIGTH © P.BRUNI

FilmPost incontra Elisa Visari 

Nella tua carriera, è stato importante l’incontro con Gabriele Muccino. 

Assolutamente sì. Mi sono iscritta ad una scuola di recitazione per studiare cinema. Non ero iscritta all’agenzia, non mi aspettavo di fare provini e di essere presa per un film. Questo corso durava tre anni. Durante il primo anno, c’era Gabriele Muccino che cercava una ragazza per il suo film A casa tutti bene e non l’aveva ancora trovata. La mia scuola di recitazione mi propose, nonostante io stessi ancora studiando. Sono andata a fare il provino con la casting, era il mio primo provino in assoluto. Il giorno dopo, mi hanno richiamata e mi hanno detto: ”Guarda, c’è Gabriele Muccino che vuole vederti”.

Ho fatto il secondo provino direttamente con lui. Dopo l’estate abbiamo iniziato a girare. Era la mia esperienza su un set, non sapevo nulla di cinema. Avevo iniziato qualche anno prima a fare moda ma non sapevo nulla di come poter stare su un set. Mi sono ritrovata a girare A casa tutti bene con dodici grandi attori del cinema italiano, erano tutti attori meravigliosi. Ci ho messo un po’ a realizzare cosa stesse succedendo. Per me, è stata una grande occasione. 

Credo che sia bellissimo stare su un set con un grande cast corale…

In ogni scena, vivi intensamente ogni momento del film. Non fai altro che imparare da questi artisti meravigliosi che hanno alle spalle tantissima esperienza. Stare sul set con tanti attori, ti insegna molte cose in più. 

Quali pensi che siano le consapevolezze del mestiere d’attrice che hai conquistato, fino ad ora? 

Ho iniziato questo mestiere all’età di sedici anni. Ho iniziato a girare A casa tutti bene proprio il giorno del mio sedicesimo compleanno. Questo lavoro mi sta facendo crescere così tanto. Sono spesso fuori casa, mi sto abituando a stare da sola, a vivere in un hotel. Inevitabilmente, cresci e sei a contatto con tante persone. Mi piace questa realtà. 

Che spettatrice sei? Quali sono le serie che hai amato, nell’ultimo periodo?

Ultimamente, ho visto Squid Game. Ne stanno parlando tutti. Questa serie coreana sta spopolando. Sono contenta di guardare progetti provenienti da ogni parte del mondo. Credo che sia bello che la serialità non abbia barriere e credo che sarà bello vedere prodotti italiani, in giro, per il mondo. Su Netflix, ho recentemente visto una serie italiana Luna Park e l’ultima stagione de La casa di carta.

So che ami molto Angelina Jolie. 

Mi piace tutto di lei. Tutti i suoi film sono meravigliosi. In qualsiasi ruolo, è perfetta. Ho amato Ragazze interrotte che racconta un tema molto importante. 

Che ruoli ti piacerebbe interpretare, adesso? 

Sogno un film ispirato ad una storia vera. Voglio dare voce ad un personaggio realmente esistito. Attraverso un mio ruolo, vorrei fare in modo che storie, magari poco conosciute, possano avere una luce, possano arrivare a più persone possibili. E poi, sogno un ruolo d’azione alla Lara Croft. Dopo aver girato un thriller, voglio un film d’azione, con le pistole (ndr. ride).

Intervista ad Elisa Visari

COPYRIGTH © P.BRUNI

 

 

 

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *