News

L’Uomo Invisibile: Elisabeth Moss parla di un possibile sequel

L’attrice protagonista de L’Uomo Invisibile ha parlato della possibilità che venga girato un sequel del film

LUomo Invisibile potrebbe avere un sequel, ha dichiarato Elisabeth Moss. In una nuova intervista con Bloody Disgusting, l’attrice protagonista del film Blumhouse ha parlato della possibilità di un sequel de L’Uomo Invisibile. Il progetto diretto da Leigh Whannell, che ha avuto un ottimo consenso da parte di critica e pubblico, potrebbe dunque avere un prosieguo. Elisabeth Moss ha dichiarato: “Se le persone vogliono vederlo questo è un elemento importante di cui abbiamo bisogno per farlo. Quindi diffondi la notizia che tu vuoi che si faccia e io ti aiuterò!”

L’Uomo Invisibile – Sequel

Dalle sue parole, sembra che la star sia convinta di partecipare a un eventuale sequel. Sarebbe interessante vedere cosa potrebbero inventarsi lei e il regista Leigh Whannell. Il primo film, infatti, ha un epilogo che non può considerarsi aperto. All’inizio di quest’anno, Jason Blum aveva già parlato con Digital Spy della possibilità di un secondo film de L’Uomo Invisibile; il produttore aveva spiegato che non c’erano ancora piani per un sequel, ma che anche lui aveva l’intenzione di realizzarlo. Ecco le parole di Blum: “Non ci sono piani per fare un sequel, ma mi piacerebbe e certamente proverò. Ma finora non ci sono progetti per realizzarlo.”

L’Uomo Invisibile nasce come rilettura di un grande classico dell’horror datato Nel cast troviamo Elisabeth Moss, Oliver Jackson-Cohen, Aldis Hodge, Storm Reid, Harriet Dyer, Benedict Hardie, Sam Smith, Amali Golden. Questa la trama de L’uomo invisibile: Cecilia Kass è intrappolata da anni in una relazione violenta con il ricco ingegnere e uomo d’affari Adrian Griffin: Una notte Cecilia decide di fuggire; prepara le valigie, disattiva le telecamere e scappa di casa dopo aver drogato il fidanzato. La donna trova rifugio a casa del suo amico d’infanzia James, e lì le accadono una serie di incidenti strani e di eventi particolarmente inquietanti.

Tags

Potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close