News

Makoto Shinkai: il regista di Your Name parla del suo prossimo film

Il prossimo lungometraggio d'animazione sarà ambientato in un mondo post-apocalittico

Il regista giapponese Makoto Shinkai, noto per aver diretto Your Name, con un tweet di saluto al 2020 ha svelato alcuni importanti aggiornamenti sul suo prossimo film d’animazione. Del progetto sappiamo che si tratterà di una storia post-apocalittica; il regista aveva svelato di aver iniziato a scrivere la sceneggiatura del lungometraggio nel momento in cui il Giappone ha dichiarato lo stato di emergenza a causa della pandemia; l’atmosfera ne ha influenzato lo scritto: “Voglio realizzare un film che mostra ciò che dobbiamo affrontare dopo la fine del mondo.”

Makoto Shinkai: alcuni aggiornamenti sul suo prossimo film

Nel tweet, Shinkai linka un post che rimanda al suo sito, dove spiega:

Sono riuscito a scrivere una prima bozza ad aprile, ho riscritto sei volte la trama, ho riscritto la sceneggiatura 3 volte e l’ho completata in agosto. Da allora, disegno ogni giorno. Ci vorrà più di un anno per completarlo, con la sensazione di continuare a nuotare in maniera affannosa (spero di fare un annuncio formale di produzione entro la fine del 2021). Perché ci vuole così tanto tempo per realizzare un film d’animazione che dura solo due ore circa? In un mondo che cambia drasticamente in pochi mesi, è giusto trascorrere questo tempo come al solito? È stato un anno in cui mi sono seduto alla scrivania con la sensazione di essermi arreso a metà, anche se non potevo ancora essere liberato da tante domande così pietose, ma non potevo fare nient’altro.

Your Name è uscito nel 2016 ottenendo fin da subito un gran successo di critica e pubblico. Il film è stato presentato per la prima volta all’Anime Expo 2016 svoltosi a Los Angeles, California il 3 luglio 2016, e successivamente in Giappone il 26 agosto 2016. La storia della pellicola inizia in Giappone, nel 2010. Un giorno Mitsuha, ragazza che vive a Itomori, sogna di essere un ragazzo che vive a Tokyo. Taki, ragazzo di città, a sua volta sogna di essere una ragazza in un paesino tradizionale in montagna. Presto scopriranno che l’esperienza di vivere nel corpo dell’altro è reale. E la ricerca dell’altro da sé, di cui è impossibile ricordare il nome, diverrà un’ossessione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button