News

Mindhunter: gli Atlanta Child Murders al centro della seconda stagione

 

Dopo il grande successo ottenuto dalla prima stagione di Mindhunter, serie televisiva Netflix prodotta da David Fincher, una nuova stagione è già in pre-produzione. Dopo aver mostrato il nascente interesse per la psicologia applicata alla mente dei serial killer, la seconda stagione di Mindhunter si soffermerà sui cosiddetti Atlanta child murders. A dichiararlo lo stesso lo stesso David Fincher, il quale aggiunge che un ruolo fondamentale sarà inoltre assegnato alla musica; questa, infatti, supporterà tutto quello che avverrà nello show, il quale subirà un’evoluzione radicale.

Mindhunter: un nuovo caso di omicidi seriali al centro della seconda stagione

Mindhunter

Già rinnovata per una seconda stagione, Mindhunter si appresta a percorrere un terreno indubbiamente affascinante; la nuova stagione della serie targata Netflix, infatti, si concentrerà sulla serie di omicidi commessi ad Atlanta tra il 1979 e il 1981.

Celebri per via dell’impatto mediatico, e per i numerosi film e documentari ispirati ai fatti, gli Atlanta child murders riguardano una serie di omicidi commessi nella città americana di Atlanta, in Georgia. Siamo tra il 1979 e il 1981 e, in quest’arco di tempo, furono ben 28 persone furono uccise; tra di esse, 24 bambini e adolescenti tra i
7 e i 17 anni, e due adulti afro-americani. Ad essere arrestato per i crimini su il 23enne Wayne Williams; nativo di Atlanta, il giovane fu condannato a due ergastoli per l’omicidio dei due adulti. Tuttavia, si ritenne che il killer avesse ucciso anche tutti i bambini coinvolti nel caso, nonostante la mancanza di prove.

Se il regista e sceneggiatore David Fincher sarà o meno coinvolto nel progetto è ancora un mistero. Tuttavia, l’ipotesi non è da escludere, visto il grande successo ottenuto con la prima stagione.

Mindhunter, che vede come protagonisti Jonathan Groff e Holt McCallany, è disponibile sulla piattaforma di Netflix dal 13 ottobre scorso; la critica ha espresso pareri positivi sulla serie, dall’indubbio marchio cinematografico.

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

Adblock Rilevato

Per favore supportaci disabilitando il tuo Ad Blocker