Searching: ecco i registi del sequel del film con John Cho

I lavori di produzione inizieranno la prossima primavera

Che Aneesh Chaganty fosse al lavoro su un sequel di Searching era cosa nota già da un po’. Oggi però arrivano nuovi aggiornamenti sul secondo capitolo del film del 2018 con protagonista John Cho. Sono stati infatti resi noti i nomi dei registi che saranno dietro la macchina da presa nel sequel di Searching. E si tratta di Will Merrick e Nick Johnson. Nel 2018 Merrick e Johnson si erano occupati del montaggio del thriller originale. A riportare la notizia sono Deadline e Collider, insieme a un’anticipazione che riguarda nuovi personaggi che faranno la loro comparsa nel sequel. Will Merrick e Nick Johnson stanno attualmente lavorando alla sceneggiatura, basata su un soggetto di Aneesh Chaganty e Sev Ohanian.

Chaganty produrrà il sequel di Searching insieme ai suoi partner per Search Party Sev Ohanian e Natalie Qasabian. Insieme a loro, nello stesso ruolo, anche Adam Sidman e Timur Bekmambetov per Bazelevs. Jo Henriquez sarà produttore esecutivo e Congyu E co-produttore del progetto. La produzione del film dovrebbe prendere avvio la prossima primavera.

Will Merrick e Nick Johnson dietro la macchina da presa per il sequel di Searching

Stando a quanto riferiscono Collider e Deadline, nel sequel di Searching dovrebbero entrare in scena nuovi personaggi su cui al momento non ci sono informazioni precise. Nell’originale, John Cho interpretava il ruolo di un padre alla ricerca della figlia adolescente (Michelle La) scomparsa nel nulla. Il padre tenta di far luce sulla vicenda insieme alla detective locale, interpretata da Debra Messing. Seguendo l’impalcatura del film Unfriended – anch’esso prodotto da Bekmambetov – Searching concentra l’attenzione sugli schermi. Che si tratti di smartphone, computer o televisori, è su questi elementi che si sviluppa la storia di Searching.

A proposito del sequel, Chaganty ha dichiarato a Deadline che con parametri così ristretti, Searching 2 richiede un approccio fresco e diverso rispetto all’originale. A proposito dei registi invece, ha affermato che la scelta non avrebbe potuto ricadere su qualcuno di più adatto allo scopo.

Articoli correlati