News

Shin Ultraman: il film è stato rinviato a causa della pandemia

Il film non uscirà più in estate, come inizialmente previsto

La pandemia globale torna a colpire il mondo dell’animazione e l’ultima vittima è Shin Ultraman. La pellicola nasce da una collaborazione tra Tsuburaya Productions e Toho, e segue il riuscitissimo Shin Godzilla di Hideaki Anno e Shinji Higuchi. Una nuova data di uscita è ancora da definire e annunciare. Ricordiamo che la premiere della pellicola era in programma per questa estate; la nuova versione dell’eroe Tokusatsu, però, subirà un ritardo a causa del forte impatto che il COVID-19 ha avuto sulla produzione. Stando a quanto riportato sul sito web ufficiale, una nuova finestra di lancio sarà annunciata in un secondo momento.

Rimandata l’uscita di Shin Ultraman

Nel 2016 Shin Godzilla è stato il gran bel film che ha riportato al cinema, in Giappone e nel mondo, il lucertolone nucleare nipponico dandogli – anche in patria e non solo nel MonsterVerse hollywoodiano targato Warner e Legendary – la possibilità di rilanciare la sua saga originale dall’inizio. Esattamente come quest’ultimo presenta una versione molto più moderna del Re dei Mostri, Shin Ultraman porterà il franchise in epoca moderna. La notizia del ritardo coglie di sorpresa tutti i fan, i quali erano stati avvicinati alla nuova pellicola con un primo avvincente teaser, ora rimosso da youtube. A quanto pare, però, nonostante l’arrivo dei vaccini la pandemia continua a causare gravi problemi in tutto il mondo. Per chi non conoscesse Ultraman eccovi una breve trama tratta dalla storica serie TV:

Ultraman, un componente della “Guarnigione degli Ultra”, è in missione per scortare il mostro Bemular al Cimitero Spaziale quando, nelle vicinanze del pianeta Terra, un’astronave della Pattuglia Scientifica, incaricata di vegliare sulla sicurezza del pianeta e combattere mostri preistorici che si risvegliano e minacciano il mondo, entra in collisione con la sfera-prigione del mostro spaziale. L’incidente libererà Bemular che riuscirà a rifugiarsi sulla Terra dopo aver ucciso il pilota dell’astronave terrestre, Hayata. L’Ultra di scorta, però, non riesce ad accettare la morte del “collega” terrestre, così decide di fondersi con lui in un unico corpo per riportarlo in vita. Da questo momento, grazie alla “Beta Capsule”, affidatagli dall’Ultra, l’umano può trasformarsi in Ultraman e assumere le sembianze del poliziotto galattico per difendere la Terra da ogni possibile minaccia aliena.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button