Strappare lungo i bordi, Zerocalcare: “Da quando è uscita la serie la mia vita è diventata invivibile”

Il fumettista romano sulla possibilità di una seconda stagione e le polemiche riguardanti l'uso del dialetto romano

Strappare lungo i bordi, disponibile su Netflix, ha riscosso un successo enorme, forse anche troppo. Il creatore della serie animata, Michele Rech, in arte Zerocalcare, ha infatti dichiarato, in un’intervista rilasciata a Il Messaggero, che la sua vita è diventata invivibile dall’uscita della serie sulla nota piattaforma streaming. Il fumettista romano si è sfogato dicendo “Da quando è uscita la serie la mia vita è diventata cosi invivibile che o trovo una centratura, oppure non mi va di stare ingolfato in mezzo alle polemiche. Non c’è niente al mondo che mi costringa a farlo. Sta a me. Comunque, se trovo un modo di sopravvivere faccio anche la seconda stagione“.

In tempi record la serie è arrivata prima in tendenza su Netflix, superando prodotti come Squid Game e Red Notice, film più visto in assoluto sulla piattaforma digitale, con The Rock, Gal Gadot e Ryan Reynolds protagonisti. Composta da 6 episodi dalla durata di circa 15 minuti, Strappare lungo i bordi è un racconto costellato di flashback e aneddoti che spaziano dalla sua infanzia ai giorni nostri, in cui Zerocalcare percorre un viaggio in treno con Sarah e Secco, gli amici di sempre, verso qualcosa di molto difficile da fare.

Strappare lungo i bordi: Zerocalcare sull’impatto che ha avuto la serie sulla sua vita e le polemiche riguardanti il dialetto romano

Zerocalcare ha poi parlato delle polemiche riguardanti l’uso del dialetto romano nella serie, dicendo: “La serie la si può criticare per mille motivi: può essere brutta, può essere che la mia recitazione sia inadeguata. Ma la questione del romanesco è ridicola, non vale nemmeno la pena discuterla. Chiunque sia capace di andare a fare la spesa da solo è in grado di capire Strappare lungo i bordi. Le altre persone o sono in malafede, o hanno bisogno di un pretesto per andare sui giornali“. La serie animata Netflix di Zerocalcare è prodotta da Movimenti Production in collaborazione con Bao Publishing, casa editrice delle diverse graphic novel del fumettista romano. 

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *