Street Gang: il trailer del documentario sulla creazione di Sesame Street

Il documentario sulla creazione della longeva serie con protagonisti i Muppet

Screen Media Films ha rilasciato online il trailer di Street Gang, film documentario sulla creazione di Sesame Street, serie diventata famosa per la partecipazione dei pupazzi Muppet. Diretto da Marilyn Agrelo, racconterà le origini dello show per bambini che ha contribuito all’educazione dei più piccoli e ha parlato sul piccolo schermo di tematiche come integrazione, razzismo e uguaglianza. Il documentario si basa sul saggio scritto da Michael Davis e racconta il lavoro di Joan Ganz Cooney e di Lloyd Morrisett, che ha co-fondato Sesame Workshop ispirandosi all’attivismo degli anni ’60, cercando di utilizzare il mezzo della televisione per proporre uno show educativo in grado di rivolgersi a tutti i bambini. Cooney ha ottenuto la collaborazione di Jim Henson, il creatore dei Muppets, e del regista e sceneggiatore Jon Stone, dando così vita al mondo di Sesame Street.

Street Gang: il trailer del documentario sulla creazione di Sesame Street

Street Gang debutterà nei cinema americani il 23 aprile e sul circuito di video on demand il 7 maggio. Il documentario propone interviste e immagini del dietro le quinte inedite, offrendo uno sguardo unico agli eventi che hanno portato al successo. Ecco il trailer di Street Gang:

Il 23 marzo nella serie di Sesame Street hanno debuttato due nuovi personaggi, Wesley ed Elijah Walker, padre e figlio, che si occupano di parlare della vita della comunità nera in America. Kay Wilson Stallings, vice presidente di Sesame Workshop, ha dichiarato in merito:

Dopo la scorsa estate all’insegna dei disordini razziali e con l’omicidio di George Floyd come organizzazione abbiamo deciso che l’unico modo che potevamo usare per smantellare il razzismo era di essere coraggiosi ed espliciti. Le persone stanno lavorando a distanza, provano molte emozioni ed è come se tutti fossero arrivati alla stessa conclusione. Se non ne parlerà Sesame Street, chi affronterà la questione? Tutti abbiamo pensato ‘Sì, dobbiamo fare qualcosa’ e il primo modo per affrontare la questione è che dobbiamo definire il razzismo per i bambini di tre anni.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *