Sweet Tooth: il trailer della nuova serie Netflix prodotta da Robert Downey Jr

La serie TV tratta dell’omonima serie a fumetti pubblicata da DC/Vertigo

Netflix ha pubblicato il primo teaser trailer, disponibile anche in italiano, di Sweet Tooth. Si tratta della serie TV tratta dell’omonima serie a fumetti pubblicata da DC/Vertigo scritta e disegnata dal prolifico autore canadese Jeff Lemire. Prodotto da Susan Downey e Robert Downey Jr., l progetto è una favola post-apocalittica tratta dai fumetti di DC Comics e ha come protagonista un bambino metà umano e metà cervo. Sweet Tooth sarà composta da 8 episodi da 60 minuti ciascuno che saranno disponibili dal 4 giugno sulla piattaforma. La serie è prodotta dalla Team Downey di Robert Downey Jr. visto recentemente al cinema con Dolittle, primo ruolo per l’ex-Iron Man che si era congedato dal Marvel Cinematic Universe con Avengers – End Game.

Sweet Tooth: il trailer della nuova serie Netflix prodotta da Robert Downey Jr

Nel trailer si dichiara che nessuno sa se siano arrivati prima gli ibridi o il virus, diventando così un mistero apparentemente impossibile da risolvere. Negli otto episodi si seguirà quindi la storia di Gus (Christian Convery) che si ritrova alle prese con un mondo devastato da un cataclisma, unendosi a una banda formata da altri umani e ibridi in cerca di risposte relative a questo nuovo mondo e alle sue misteriose origini. Gli showrunner di Sweet Tooth sono invece Jim Mickle (Hap and Leonard, All’ombra della luna, Cold In July) e Beth Schwartz (Arrow, DC’s Legends of Tomorrow). Nel cast figurano Christian Convery,  Nonso Anozie (The Laundromat, Zoo, Trono di Spade), Adeel Akhtar (I miserabili – la serie, Vittoria & Abdul, The Big Sick – Il matrimonio si può evitare), Will Forte (The Last Man on Earth, Saturday Night Live) e con James Brolin come voce narrante nei Paesi di lingua anglofona.

Non è la prima volta che il Team Downey prova a portare sul piccolo schermo Sweet Tooth. Nel 2018 la serie sarebbe dovuta entrare in produzione per Hulu ma il progetto naufragò venendo accantonato fino ad oggi con l’annuncio dell’arrivo su Netflix.

Articoli correlati