The Walking Dead: il motivo per cui il film su Rick Grimes tarda ad arrivare

Le parole della produttrice della serie

In una recente intervista rilasciata da Variety, la produttrice di The Walking Dead Gale Anne Hurd ha spiegato il motivo per cui il film spin-off dedicato a Rick Grimes tarda ad arrivare. “Quando la serie in sé ha una così grande portata – ha detto la Hurd -, devi assicurarti che quella del film sia all’altezza delle aspettative del pubblico cinematografico, ma che sia anche una naturale prosecuzione di ciò che si è visto in tv, che mostri tutte le sfumature dei personaggi che il pubblico ha imparato ad amare e ad aspettarsi dalla serie tv. Ecco perché richiede così tanto tempo”. Anche il regista della serie Greg Nicotero aveva detto qualcosa di simile in alcune recente dichiarazioni: “Vorrei tanto sapere quando arriverà [il film]. Ma ho letto diverse bozze della sceneggiatura negli ultimi mesi, e posso dirvi che stanno davvero cercando di realizzare il miglior prodotto possibile“.

La produttrice di The Walking Dead ha spiegato i motivi per cui il film spin-off dedicato al personaggio di Rick Grimes tarda ad arrivare

Per quanto riguarda l’undicesima stagione della serie madre, il gruppo guidato da Eugene sarà alle prese con la nuova comunità chiamata Commonwealth e l’attore Michael James Shaw interpreterà Mercer, a capo dei militari. Tra le pagine dei fumetti di Robert Kirkman il personaggio ha una storia d’amore con Princess, interpretata sullo schermo da Paola Lazaro, ma non è ancora stato svelato se nella serie ci sarà spazio per questo dettaglio. Nel cast torneranno, fra gli altri, gli storici protagonisti Norman Reedus, Melissa McBride, Lauren Cohan, Khary Payton e Jeffrey Dean Morgan. L’undicesima e ultima stagione di The Walking Dead sarà composta da 24 episodi che saranno divisi in tre blocchi, ognuno dei quali verrà trasmesso nel corso del 2022. Di seguito la sinossi ufficiale:

Nella prima parte il gruppo, tornando ad Alexandria da una missione importante per andare alla ricerca di cibo, si rende conto che non è abbastanza. Maggie propone un nuovo piano, potenzialmente una missione suicida. Che altra scelta hanno? Devono trovare cibo per tutta la loro gente pur di sopravvivere e ricostruire Alexandria. Se non ci riusciranno, Alexandria cadrà e il loro destino sarà segnato. Mentre si trovano in viaggio un temporale violento li obbliga a rifugiarsi in un tunnel della metropolitana. Mentre il nervosismo si diffonde e i sospetti crescono, scoppia il caos. Il terrore è senza tregua mentre i protagonisti danno uno sguardo a quello che Maggie e il suo gruppo hannno sopportato prima di ritornare ad Alexandria. Nel frattempo chi è stato catturato dagli strani militari vengono spostati in un’altra location sconosciuta.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati