News

WandaVision: voci annunciano l’arrivo di due giovani Avengers

Un continuo susseguirsi di voci e smentite

Ormai da diverso tempo si rincorrono diverse voci che riguardano la serie tv Disney+ che arriverà alla fine del 2020. Fra queste, sul web circolano indiscrezioni (e relative smentite) sul debutto in WandaVision di due giovani, importanti Avengers. Si tratta di Wiccan e Speed e le voci che li riguardano si susseguono già da un po’; al momento, tuttavia, non è arrivata alcuna conferma ufficiale a riguardo. Il rumour che in queste ore sta facendo più discutere riferisce di provini di alcuni giovani attori con relative congetture su chi avrebbe interpretato i giovani Avengers. Nell’universo della Marvel, Wiccan e Speed sono due supereroi adolescenti e sono anche la reincarnazione dei figli gemelli di Wanda e Visione.

Due giovani Avengers in WandaVision

In queste ore i fan si stanno chiedendo con insistenza chi potrebbero essere gli attori che interpreteranno i giovani Avengers in WandaVision. La notizia confermata è che gli attori più adulti hanno invece già girato le loro parti; nessuna fonte parla invece della scelta degli attori che vestiranno i panni dei figli gemelli di Wanda e Visione. Wiccan e Speed debutteranno anche come adolescenti quando avranno raggiunto la linea temporale del Marvel Cinematic Universe.

WandaVision non sarà inoltre l’unica storia in cui ci saranno i giovani Avengers. I due dovrebbero comparire anche in Doctor Strange in the Multiverse of Madness in cui potrebbe esserci anche America Chavez. La serie Mrs. Marvel, poi, potrebbe far arrivare la squadra al completo. WandaVision è sviluppata per Disney+ da Jac Schaeffer e si basa sugli omonimi personaggi della Marvel Comics Wanda Maximoff/ Scarlet Witch e Visione. Nel cast, accanto a Elizabeth Olsen e Paul Bettany nei ruoli principali, anche Teyonah Parris, Kat Dennings, Randall Park e Kathryn Hahn. La serie tv si svilupperà in sei episodi e farà parte della Fase 4 del Marvel Cinematic Universe; le riprese dello show sono terminate lo scorso mese di marzo.

Potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button