Recensioni

40 sono i nuovi 20 – La Recensione

La recensione di “40 sono i nuovi 20”, la nuova commedia di Hallie Meyers-Shyer con il premio oscar Reese Witherspoon.

40 sono i nuovi 20 recensione commediaTrama:

40 sono i nuovi 20 è la nuova commedia diretta da Hallie Meyers-Shyer che racconta la storia di Alice (Reese Witherspoon), una quarantenne alla prese con la sua nuova vita da single dopo il divorzio col marito Austen (Michael Sheen). Piena di dubbi ed incertezze per il futuro si trasferisce con le due figlie a L.A. per ricominciare da capo. Alice conosce ed ospita a casa sua tre giovani ventenni: Teddy (Nat Wolf), Harry (Pico Alexander) e George (Jon Rudintsky) rispettivamente un attore, un regista e uno sceneggiatore in cerca di fama nel mondo del cinema. Si crea un nuovo nucleo familiare. Teddy si sente parte di una vera famiglia, Harry si innamora di Alice mentre George, il più sensibile del trio, stabilisce un ottimo rapporto sia con Alice che con le sue figlie. La serenità di questa nuova famiglia viene però improvvisamente turbata dal ritorno di Austen, deciso a riconquistare Alice.

40 sono i nuovi 20: luci e (soprattutto) ombre

40 sono i nuovi 20 è una commedia che prende spunto dalla realtà, con delle premesse e delle idee di partenza molto promettenti. La protagonista della trama è una donna quarantenne divorziata che, tra mille insicurezze, cerca di reinventarsi un lavoro e garantire serenità a lei e alle figlie. Alice è una donna troppo giovane per rimanere sola. Per sua fortuna la convivenza con i tre ventenni conosciuti per caso in un locale crea un nuovo nucleo familiare che porta benessere a tutti. Nonostante i dubbi e le incertezze Alice si mette in discussione e intraprende anche una relazione con il giovanissimo Harry.

40 sono i nuovi 20 recensione commedia

Sebbene la recitazione sia buona e ci sia una piacevole comicità di fondo, 40 sono i nuovi 20 non convince assolutamente, complice una sceneggiatura incerta e una trama singhiozzante. Innanzitutto i tre ragazzi sono poco bilanciati tra di loro: Harry e George sono le figure che maggiormente emergono mentre quella di Teddy risulta meno definita, il suo ruolo all’interno di questa nuova famiglia è poco chiaro e caratterizzato. Inoltre appare poco credibile la loro interazione con il personaggio di Austen così come appaiono poco veritieri comportamenti e reazioni di quest’ ultimo.

40 sono i nuovi 20 recensione commedia

40 sono i nuovi 20 è un film che vuole trattare molte tematiche come la famiglia, il divorzio, la relazione di una quarantenne con un ventenne ma alla fine nulla viene realmente approfondito, soprattutto il rapporto emotivo-sentimentale che si sviluppa tra alcuni personaggi.


In definitiva 40 sono i nuovi 20 è una commedia con una comicità a tratti piacevole ma, in sintesi, per nulla convincente. Consigliato solo agli appassionati del genere.

Leggi anche: Un profilo per due

Il film uscirà nelle sale italiane il 12 ottobre. Vi lasciamo ora al trailer del film. Buona visione

Rating - 5

5

The Good

  • Piacevole comicità

The Bad

  • Sceneggiatura
  • Alcuni personaggi poco caratterizzati
  • Tematiche affrontate superficialmente

Voto Utenti: Vota per primo !
Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

Adblock Rilevato

Per favore supportaci disabilitando il tuo Ad Blocker