FilmPost consigliaRecensioni

Roma Film Festival 2017: Hostiles di Scott Cooper – Recensione

Hostiles di Scott Cooper apre la selezione della Festa del Cinema di Roma 2017 e sconvolge fin da subito con una scena molto cruenta. Sembra essere il presagio di un film impregnato di violenza cruda e inaspettata, fatto di colpi di scena e polvere da sparo ma si scoprirà essere tutt’altra cosa. Forse questo ha contribuito ad abbassare le aspettative costruite nei primi minuti e ad edificare un senso di delusione che si è protratto per gran parte del film. Eccovi la nostra recensione:

Storia

Hostiles, è ambientato nel 1882 e racconta la storia di un capitano dell’esercito americano, Joseph Blocker (Christian Bale), noto per aver ucciso un vasto numero di Sheyenne.  Verrà incaricato di liberare dalla prigionia il capo di questa tribù, Falco Giallo (Wes Studi) con la sua famiglia. Durante il viaggio si imbattono in una famiglia sterminata da un gruppo di indiani Comanche. Sopravvive soltanto la madre, Rosalee Quaid, interpretata da Rosamund Pike la cui dote recitativa restituisce l’ineffabile dolore di una madre che perde i suoi figli e il marito.

hostiles cooper recensione


Produzione

Scott Cooper afferma di voler fare da sempre un western, ma alle sue condizioni. Così scrive la sceneggiatura basata sul soggetto di Donald Stewart ispirata a sua volta dai dei manoscritti. Dalle mani di Scott emerge un lavoro sicuramente studiato. Afferma che è stato attento a non cadere mai negli stereotipi del genere, anche se alcuni dialoghi lasciano un po interdetti su questo.  L’eroe dannato che si confronta con il giovane omicida, infatti, non è frutto di una originalità ricercata.

Topos del viaggio

Elemento preso dal genere western che viene rielaborato e raffinato è invece il topos del viaggio. Cooper racconta questo lungo tragitto attraverso una narrazione incentrata sulla riflessione dei personaggi, sui personaggi e sull’intera storia dei nativi americani.
Se a metà film non si riesce a capire dove sia l’obbiettivo di tutta la narrazione, è perché materialmente non esiste.  Il capitano Blocker e il suo nemico Cheyenne si ritrovano a compiere un lungo cammino che significherebbe per il capitano, tradire tutti coloro che aveva perso per colpa di Falco Giallo. Lungo il percorso si unisce a questo gruppo Rosalee Quaid, la cui vicinanza con il capo Cheyenne le desterà ancora più dolore.

Continua a leggere Hostiles di Scott Cooper Recensione – Roma Film Festival 2017 nella pagina successiva!

Hostiles di Scott Cooper Recensione - Roma Film Festival 2017

Rating - 6.5

6.5

The Good

  • Morale
  • recitazione attori principali
  • fotografia
  • sonoro

The Bad

  • Lentezza narrativa
  • scene a vuoto

Voto Utenti: Vota per primo !
1 2Pagina successiva
Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

Adblock Rilevato

Per favore supportaci disabilitando il tuo Ad Blocker