NetflixThriller

Film thriller Netflix: i migliori thriller sulla piattaforma

Secondo un gruppo di esperti della Maynooth University in Irlanda “piacere e paura sono due emozioni molto vicine, che scatenano reazioni fisiologiche simili”. Da sempre, infatti, all’uomo piace provare paura, piace provare quella sensazione di ansia e inquietudine che lo fa rimanere attaccato alla poltrona del cinema; molte volte, addirittura, si decreta la riuscita di un thriller sulla base di quanta suspance crea, più lascia in ansia lo spettatore più si considera riuscito il film. In questo articolo vogliamo quindi consigliare alcuni tra i migliori film thriller su Netflix.

Ci soffermeremo sui grandi classici che non smettono di terrorizzarci, come Psycho o Shining, dei quali la piattaforma ha acquistato i diritti, passando per le pellicole targate Netflix, dove spiccano gli spagnoli El aviso (L’avvertimento) e Mirage (Durante la tormenta), fino ad arrivare a storie vere in Zodiac e True story.

Indice

Film Thriller Netflix: i cult

Psycho

 thriller Netflix Uno dei tanti capolavori di Hitchcock ma forse il thriller per eccellenza non poteva che comparire tra i migliori thriller presenti su Netflix. Marion (Janet Leigh), una donna in fuga con un’ingente somma di denaro, è costretta per un temporale a fermarsi in un solitario motel prima di raggiungere il fidanzato Sam. Il proprietario è Norman Bates, un ragazzo impacciato, con la strana passione per impagliare gli uccelli, che vive con la madre. Marion è sola nel motel, la sera del suo arrivo decide di fare una doccia e qui verrà uccisa da una misteriosa figura. La sorella e il fidanzato, preoccupati della sua scomparsa, inizieranno le ricerche aiutati da un investigatore privato.

Uno di quei film che per quante volte lo guardi non riesci mai a non chiudere gli occhi di fronte alla “scena della doccia”. Una pellicola che associa il contrasto bianco e nero al contrasto di personalità del protagonista interpretato da Anthony Perkins. In seguito a questo ruolo l’attore diventerà il pazzo più famoso della storia del cinema. Da sottolineare anche le interpretazioni di Vera Miles, John Gavin e Martin Balsam

Shining

thriller netflixAltro cult della suspance e altro protagonista pazzo che fa rabbrividire gli spettatori dal 1980. Jack Nicholson è Jack Torrance, uno scrittore in cerca di ispirazione che accetta l’offerta di fare da guardiano, durante il periodo invernale, all’Overlook hotel. Si trasferisce quindi, insieme alla moglie Wendy e al figlioletto Danny, in questo luogo isolato dove, anni prima, un uomo aveva sterminato la sua famiglia. Iniziano così una serie di inquietanti avvenimenti che portano al tanto famoso quanto pauroso finale.

La scena del labirinto, come quella della doccia in Psycho, è diventata un cult del brivido. In quel labirinto si racchiude il senso più profondo che Kubrick ha voluto dare al film: l’uomo adulto, preda dei tormenti e delle frustrazioni, non riesce ad uscire dal labirinto e rimane intrappolato (nel labirinto e nella sua mente) a differenza del bambino che, con la sua ingenuità e avvalendosi della luccicanza, trova la via di fuga. Kubrick adatta per il cinema il romanzo di Stephen King lasciandone invariate le atmosfere ma modificandone la trama e adottando una tecnica registica molto dinamica.

Mystic River

film thriller netflix

Tra i migliori thriller presenti su Netflix anche il capolavoro di Clint Eastwood, film vincitore del Golden Globe e del Premio Oscar per i migliori attori Sean Penn Tim Robbins. Dopo venticinque anni, tre amici si ritrovano in occasione della morte della figlia di uno di loro. Il tragico assassinio e le relative indagini forniranno ai tre amici un motivo per riavvicinarsi ma anche per rivivere eventi del loro passato.

È una storia di espiazione di colpe e il fiume Mystic ne è la metafora. Un fiume che riflette il nero dell’anima dei protagonisti. Non un semplice thriller ma un dramma che vede eccellere Sean Penn capace di passare da vittima a carnefice; da padre disperato a vendicatore senza pietà. Nessuno risulta colpevole in questa pellicola, ma tanto meno nessuno risulta innocente. Tutti si ritrovano costretti a fare i conti con un peso da cui non riescono a liberarsi, come non riescono a liberarsi del loro passato.

Film Thriller Netflix claustrofobici

Prigione di vetro

thriller netflixL’abitazione (che riprende la villa di Intrigo internazionale sul monte Rushmore) è sicuramente l’elemento centrale della pellicola. In questa villa arrivano Ruby (Leelee Sobieski) e il fratello minore Rehtt che, dopo la morte dei genitori, vengono accolti da una coppia (i coniugi Glass, appunto) di amici di famiglia all’apparenza dolce e che fa il possibile per non far mancare nulla ai due fratelli. Tutto sembra perfetto ma la casa che inizialmente appariva meravigliosa e sicura inizierà a far vivere un incubo ai due ragazzi.

La pellicola diretta da Daniel Sackheim (regista quasi esclusivamente di serie TV come True detective e Law & Order) non lascerà sicuramente l’impronta nella storia del cinema, lascia, però, una buona dose di suspance nello spettatore. Le riprese sono accurate e grazie anche alla location, tanto tecnologica quanto inquietante, si viene a creare un forte clima di tensione.

Panic room

thriller netflixDa una prigione di vetro ad una prigione d’acciaio. Sempre una casa, o meglio ancora in questo caso una singola stanza costituisce l’ambientazione, nonché fulcro intorno al quale ruota questo film. Panic room è infatti la stanza nella quale Meg (Jodie Foster) e la figlia Sarah (una giovanissima Kristen Stewart) sono costrette a rifugiarsi quando, nel cuore della notte, entrano nella loro nuova casa tre rapinatori. L’ingente malloppo che però essi cercano si trova proprio in quella stanza che, quindi, si trasformerà in una trappola per le due donne.

Nella lista dei migliori thriller di Netflix è presente anche l’ennesimo capolavoro di David Fincher (dopo Seven e Fight club) che gioca con gli spazi angusti e claustrofobici tenendo gli spettatori incollati alla poltrona per tutto il tempo. Come in molti film del regista anche in Panic room c’è un significato metaforico. La stanza (che dovrebbe essere il luogo più sicuro della casa) che si trasforma in luogo del terrore sta a simboleggiare la difficoltà di gestire vantaggi come la ricchezza e il benessere che, molte volte, si trasformano in trappola.

Cube

thriller netflix

Uno dei thriller più originali e contorti di sempre. Anche qui l’ambientazione è minima, sempre più minima: un semplice cubo (a sua volta formato da stanze cubiche) dove cinque sconosciuti di diversa estrazione sociale si risvegliano e si ritrovano intrappolati in questa struttura claustrofobica. Dovranno trovare un modo per uscirne evitando le trappole disseminate nelle varie stanze. Il pericolo più grande, però, non si rivelerà essere il cubo ma gli uomini stessi e la loro follia.

Come Fincher anche Vincenzo Natali cela un significato metaforico dietro a questa pellicola, una sorta di equazione. Il cubo sta  alla nostra vita come le stanze stanno alle nostre azioni. Un film dal budget ridottissimo (circa 350000 dollari) che il regista italo-canadese trasforma in un cult tra i thriller psicologici (ce ne saranno altri due, un sequel Il cubo 2 – Hypercube e un prequel Cube zero).

Film originali – Film Thriller Netflix

Mirage – Durante la tormenta

thriller netflix

Recentissimo il thriller spagnolo di Oriol Paulo con Alvaro Morte (star de La casa di carta) targato Netflix che ci porta in due realtà parallele. La notte della caduta del muro di Berlino Nico, un ragazzino di dodici anni, muore durante una tempesta dopo aver assistito ad un omicidio. Venticinque anni dopo, in quella casa, si trasferirà una famiglia che, la medesima sera, farà una cena per festeggiare la nuova abitazione. Durante la serata Vera (Adriana Ugarte) scoprirà che la casa apparteneva ai genitori di Nico e ritroverà le cassette dove il ragazzino si era registrato prima di morire. Improvvisamente la donna si sveglia ed è il 9 novembre 1980, mancano poche ore alla tempesta.

L’intero film ruota intorno all’effetto farfalla: ogni azione, anche minima, può stravolgere gli avvenimenti futuri. Ogni azione di Vera, infatti, produrrà delle conseguenze sia nel passato che nel futuro. I salti temporali possono, a volte, risultare di difficile comprensione, ma i risvolti sono avvincenti e il finale porta ad una interessante riflessione sul tema del caso.

El viso – L’avvertimento

thriller netflix

Similare come tipologia al precedente film, questo thriller fantascientifico diretto da Daniel Calparsoro porta lo spettatore ad immergersi in un loop spazio-temporale. Nico (Hugo Arbues) riceve un biglietto dove viene avvisato di stare lontano dal mini market, da lui quotidianamente frequentato, il giorno del suo decimo compleanno, ovvero il 12 aprile 2018. Dieci anni prima, nel medesimo negozio, Jon (Raúl Arévalo), un genio della matematica con problemi di schizofrenia, viene coinvolto in una sparatoria insieme al suo migliore amico. L’uomo inizierà ad indagare sulla serie di tragedie correlate a quel luogo e il suo destino sarà destinato ad incontrare quello di Nico.

Si vede l’esperienza del regista che ci propone un thriller intenso che offre parecchio spazio all’analisi psicologica dei personaggi così da differenziarsi dalle sempre più comuni pellicole sulla doppia temporalità. Questo film targato Netflix convince e fa mettere in moto il cervello dello spettatore che anche una volta giunto ai titoli di coda non smette di porsi quesiti.

Film Thriller Netflix tratti da storie vere

Zodiac

thriller netflix

Altro film di Fincher in lista, questa volta tratto da una storia vera, narra infatti del serial killer Zodiac che seminò il panico a San Franicisco alla fine degli anni Sessanta. Jake Gyllenhaal interpreta il ruolo di Robert Greysmith (anche questa figura reale), un vignettista del San Francisco Chronicle che si interessa del caso di questo serial killer che era solito inviare al giornale delle lettere con dei messaggi in codice firmandosi, appunto, Zodiac. L’indagine sarà alquanto complicata.

Una pellicola parecchio lunga (156 minuti) ma che non fa mai venir meno la voglia di giungere alla fine e capire se l’improvvisato detective (con il quale si finisce per immedesimarsi) riuscirà a risolvere il caso. Non è tanto un film che si limita a raccontare la vicenda che terrorizzò San Francisco in quegli anni, ma, più che altro, il regista vuole riportare l’ossessione che quel serial killer ha rappresentato per i protagonisti e per tutta la società americana dell’epoca. Superlativa la fotografia che riesce a scandire, tramite il cambiamento di luci e colori, lo scorrere degli anni. Eccellenti anche le interpretazioni di Mark Ruffalo nel ruolo dell’ispettore e Robert Downing Jr. che interpreta il cinico giornalista di cronaca, collega di Gyllenhaal.

True story

thriller netflix

Basato sull’omonimo libro di memorie scritto da Michael Finkel, il film riprende un importante caso giudiziario dello scorso decennio. Chris, interpretato da James Franco, uccide la moglie e le sue tre figlie. Scappa dall’Oregon e viene catturato in Messico ma qui si presenterà con il nome di Michael Finkel (Jonah Hill) che, in realtà, è un giornalista del New York Times. Inizia da qui una fitta corrispondenza tra i due fatta di lettere e segreti.

Due protagonisti agli antipodi, entrambi però colpevoli di mentire. Un thriller giornalistico che vuole dimostrare quanto sia labile il confine tra verità e menzogna. Un po’ lenta la parte iniziale, decisamente più avvincente man mano che si arriva al finale (ovviamente se non si è già a conoscenza del fatto di cronaca); tutto sommato un buon film per essere l’opera prima del regista Rupert Goold che vedremo a breve portare sugli schermi Judy.

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close