Curiosità

IT – PENNYWISE: IL CLOWN STA TORNANDO

IT – PENNYWISE ritorna al cinema dopo ventisette anni di attesa dalla miniserie TV degli anni ’90. Per tutti gli appassionati sono già disponibili il trailer e le clip con le prime spettacolari immagini tratte dal film che uscirà nelle sale statunitensi l’8 settembre 2017.
IT – PENNYWISE in un’immagine tratta dal teaser.

Molti hanno atteso questo momento e finalmente per tutti gli appassionati del genere horror ma sopratutto per coloro che hanno avuto la possibilità di leggere il romanzo di Stephen King, l’attesa sta per finire. La trasposizione cinematografica di Pennywise, targata Warner Bros., in collaborazione con la New Line Cinema, sta creando grandi aspettative ed è già possibile guardare le prime immagini tratte dal trailer e dalle clip diffuse sul web in attesa della data di uscita nelle sale che in Italia sarà il 21 settembre 2017.

IT, il malefico clown muta forma creato da Stephen King è da considerarsi come una vera e propria icona “cult” nel panorama horror, terrorizzando un’intera generazione con la mini serie TV in due episodi andati in onda negli anni ’90 ed entrando a far parte dei prodotti meglio elaborati e con un’ottima propensione alla trasposizione cinematografica in grado di poter soddisfare le pretese per tutti gli intenditori di questo genere che nell’ultimo decennio hanno assistito ad una moltitudine di pellicole scadenti, molto spesso banali e ripetitive nella narrazione.

Il regista Andrès Muschietti insieme al cast del film.

La regia è stata affidata ad Andrès Muschietti, regista argentino noto per il pluripremiato cortometraggio “Mama” poi divenuto un film (“La Madre”) nel 2013 grazie alla produzione di Gullermo del Toro. L’idea per l’adattamento dell’opera per il grande schermo è stata presa in considerazione nel 2009 successivamente all’acquisto dei diritti da parte della casa di produzione “New Line Cinema” che nel 2014 ha contattato il regista statunitense Cary Fukunaga, il quale aveva elaborato lo script iniziale per poi abbandonare il progetto a causa di divergenze artistiche.

Il film sarà suddiviso in due parti: la prima, ambientata nella piccola cittadina immaginaria di Derry nel 1958, prenderà in analisi le paure dei protagonisti, descrivendo i loro drammi, focalizzandosi sui loro aspetti personali e psicologici e che insieme formeranno il “Club dei perdenti” per combattere Pennywise che utilizzerà il suo potere di mostro muta forma per ucciderli. Le atmosfere proposte, osservando le prime immagini del trailer, contengono tuttavia alcuni richiami alla serie TV Netflix “Stranger Things”. La seconda parte, invece, ambientata nel 1985, racconterà le vicende dei membri del “Club dei perdenti” ormai adulti che, stando alla narrazione del romanzo di Stephen King, faranno ritorno a Derry ventisette anni dopo per combattere nuovamente la creatura malefica tenendo fede alla promessa fatta anni prima.

Il cast del film si compone di giovani attori tra cui i più conosciuti: Finn Wolfhard che interpreta Mike Wheeler nella serie TV Netflix Stranger Things e Jaeden Lieberher, conosciuto per aver preso parte a film come St. Vincent con Bill Murray e Midnight Special di Jeff Nichols. Gli altri protagonisti che interpreteranno i membri del “Club dei perdenti” sono: Jack Grazer (interpreta Stan Uris), Jeremy Ray Taylor (interpreta Ben Hanscom), Wyatt Oleff (interpreta Eddie Kaspbrak), Sophia Lillis (interpreta Beverly Marsh) e Chosen Jacobs (interpreta Mike Hanlon).

Il ruolo di Pennywise è stato attribuito all’attore svedese Bill Skarsgård che dovrà dimostrare di essere all’altezza della straordinaria interpretazione del suo predecessore Tim Curry che nella miniserie del 1990 contribuì con grande maestria a rendere la figura del mostro tra le più terrificanti e memorabili.

Guardando il primo teaser trailer ufficiale rilasciato alla fine di marzo, è possibile notare per i più curiosi diverse analogie tra la miniserie e la pellicola infatti alcune sequenze, come ad esempio quella in cui Georgie insegue la barchetta confezionata dal fratello Bill per giocare, contengono molte analogie e si accostano maggiormente alla narrazione romanzesca diversamente dalle scene degli episodi del 1990 che furono riadattate e rese meno cruente a causa della scarsità del budget e per la censura su alcune tematiche affrontate. Le premesse per la creazione di un buon remake del capolavoro di Stephen King ci sono e non ci resta che attendere il 19 ottobre per vedere se le aspettative saranno soddisfatte e se la pellicola del clown più famoso di tutti i tempi riuscirà nuovamente a confermarsi come uno dei prodotti horror meglio riusciti.

Tags
Close

Adblock Rilevato

Per favore supportaci disabilitando il tuo Ad Blocker