FilmPost consigliaRubriche

Personaggi iconici: il dottor Perry Cox della famosa serie tv comedy Scrubs

Il personaggio di cui parliamo in questo appuntamento della nostra rubrica "personaggi Iconici" non ha bisogno di presentazioni: Percival "Perry" Ulysses Cox

Cinico, diretto, onesto, coerente. Sono tante le qualità del personaggio di cui parliamo oggi e che è finito, ovviamente, nella nostra rubrica Personaggi iconici. Oggi parliamo di Perry Cox (John C. McGinley), il mentore del giovane JD nella serie tv Scrubs.

Scrubs avrebbe bisogno di una sottorubrica a sé stante per quanto riguarda i propri personaggi: ognuno di questi, infatti, meriterebbe un articolo di approfondimento. Abbiamo voluto, in questo caso, scegliere uno fra quelli che rendono la serie il capolavoro che è, e la scelta è ricaduta inevitabilmente su Cox.

Il mio mentore

Fra tutti i personaggi della serie, Cox è quello che definisce al meglio la filosofia che sta dietro l’intera struttura della serie e ne incarna tutto ciò che c’è da imparare dalla sua morale. Il dottor Percival Ulysses Cox è il mentore del protagonista di Scrubs, JD, e in molti punti della storia ne rappresenterà anche la figura paterna, suo malgrado.

JD presto scoprirà che il mondo ospedaliero è caratterizzato da continui traumi e da relazioni decisamente complicate. D’altronde, non ci si può aspettare altrimenti in un luogo in cui malattie e morte sono una costante. Il ruolo del dottor Cox nel percorso di crescita di JD nella sua formazione come medico e come uomo è fondamentale. E lo è ancora di più il modo in cui impone le proprie lezioni al giovane tirocinante. Nessun indoramento della pillola, nessuna favola, nessun lieto fine: i metodi con cui il dottor Cox arriva ad insegnare qualcosa di valore a JD sono la ragione stessa per cui il messaggio riesce arrivare chiaro al mittente.

La mia filosofia

Ciò trasformerà l’insegnamento in una sfida, lanciata in primis al neo dottore, ma spesso rivolta a sé stesso. Mentre Cox insegna a JD, in realtà sta imparando molto di più di quanto stia trasmettendo. La verità è che il dottor Cox vede in JD un possibile successore nel suo ruolo, ma mentre impartisce qualche lezione al suo allievo, spesso sarà quest’ultimo ad offrire spunti di riflessione al maestro. Tutto ciò si traduce in un rapporto che, come quello fra genitore e figlio, è caratterizzato da continue incomprensioni e diverbi. Questo, però, non minerà mai il rispetto che l’uno prova nei confronti dell’altro.

Il mio superdottore

Il rapporto con JD non è, ovviamente, l’unico che interessa il Dottor Cox. Sono tanti, infatti, i personaggi che interagiscono in maniera costante con il dottore dai capelli ricci e rossicci. Si potrebbe fare sicuramente riferimento al suo rapporto con la moglie Jordan, disfunzionale in maniera quasi surreale. L’amore fra i due, infatti, è dettato dall’assurdità emotiva più estrema, con allontanamenti improvvisi e riavvicinamenti nei momenti meno opportuni.

Vale la pena, però, soffermarsi su due dei personaggi con cui Cox interagisce molto spesso, che mettono in luce i due lati della personalità del dottore.

Il primo è sicuramente il primario Bob Kelso, anziano gerarca della struttura ospedaliera del Sacro Cuore, dal cuore (spesso apparentemente) di ferro e dal disprezzo facile. Disprezzo che, il più delle volte, si rivolge proprio verso Cox. Il motivo di tale aggressività quotidiana che intercorre fra i due personaggi è da ricondurre alla diversa visione morale che ognuno ha della sanità. Tutto ciò in superficie. Perché se da un lato Cox rigetta apertamente il modo di condurre l’ospedale di Kelso, spesso Perry si accorgerà che anche le azioni del primario hanno un loro punto di vista che va rispettato.

Il secondo personaggio il cui rapporto con Cox ha dei risvolti molto interessanti è l’infermiera Carla. Al di là di una cotta più o meno giustificata del dottore verso la fidanzata di Turk, ciò che sorprende è l’effetto che Carla ha quotidianamente su Cox. Mentre Kelso tira fuori il lato combattivo e testardo del dottore, Carla è l’unica che riesce, con qualche consiglio o con una sana ramanzina, ad indirizzarlo verso le scelte giuste.

La sua storia

Qualunque sia la relazione che intercorre fra Cox e un altro personaggio della serie, comunque, non cambia quello che è per davvero: un uomo che ne ha viste tante nella sua vita. Un padre alcolizzato che non si è mai fatto pregare nell’usare violenza verso i propri figli e una madre assente sono le figure che hanno caratterizzato la gioventù del dottore.

Appare chiara, dunque, oltre all’indubbia moralità, il suo modo di esporre tale moralità: la rabbia porta spesso Cox a passare dalla parte del torto anche quando ha ragione. Questo perchè non raramente la sua esplosività riesce, anche involontariamente, a ferire qualcuno di caro. La grandezza di Cox sta nel saper riconoscere questi momenti e fare un passo indietro, che, spesso, si rivela un passo avanti.

Come spesso accade lo spazio e il tempo sono tiranni. Siamo sinceri: staremmo a parlare di Cox per pagine e pagine, per ore ed ore. In alternativa, perché non fare un bel rewatch di Scrubs?

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

Adblock Rilevato

Per favore supportaci disabilitando il tuo Ad Blocker