Acts of Crime: Sam Esmail svela alcuni dettagli sulla serie

Il prossimo progetto del creatore di Mr. Robot sarà un poliziesco "procedural"

In un’intervista esclusiva rilasciata a Collider, Sam Esmail ha svelato alcuni dettagli di Acts of Crime, prossima serie del poliedrico regista creatore di Mr. Robot. Il progetto sviluppato per la ABC, apparterà al filone del “procedural” ovvero quel poliziesco focalizzato dettagliatamente sulle indagini. Il regista ha anticipato che la prima stagione della serie sarà composta da 22 episodi, e che  potrebbe andare avanti per molto tempo: “Stiamo seguendo i detective e ci sono gli omicidi. Il crime fiction è uno di quei generi in cui il tempo non conta, le persone vengono uccise in qualsiasi periodo, è così che funziona il mondo. E i fan come me adorano guardare questo tipo di show. Quindi sì, penso che possa andare avanti per molto.”

Acts of Crime: Sam Esmail svela alcuni dettagli del suo prossimo progetto

Il pilot di Acts of Crime sarà girato in primavera. Sam Esmail sarà produttore, sceneggiatore e regista della serie. Di recente, grazie anche all’accordo rinnovato nel 2019 con Universal Content Productions per la realizzazione di contenuti da distribuire su network tv e piattaforme streaming, altre due serie prodotte da Esmail sono state o saranno ideate per il piccolo schermo: la serie antologica di USA Network con Rosario Dawson, Briarpatch, e la dark comedy The Resort, attualmente in fase di sviluppo in collaborazione con lo sceneggiatore di Palm Springs Andy Siara. Esmail è attualmente impegnato anche con il reboot di Battlestar Galactica, su cui sta lavorando come produttore esecutivo. Parlandone con lo showrunner Mike Lesslie, Esmail ha pensato molto a quella che sarà la fruizione dello show:

Nel caso di una sequenza di battaglia lunga tre episodi, potremmo caricarli tutti in una volta anche se si dovesse trattare di tre capitoli significativi, ognuno con un punto di vista diverso della battaglia. Allo stesso tempo potrebbe esserci un episodio di venti minuti che parla della storia di un personaggio, per poi finire lì. Peacock è stato un ottimo partner in fatto di sperimentazione, quindi vogliamo lasciare che sia la storia a raccontarci come vuole essere pubblicata.

Articoli correlati