Better Call Saul: Bob Odenkirk torna sul set dopo l’attacco cardiaco

L'attore è tornato sul set, dopo aver avuto un attacco cardiaco il 27 luglio scorso

Bob Odenkirk è tornato sul set dell’amata serie televisiva Better Call Saul, meno di due mesi dopo aver subito un attacco cardiaco sul set. L’uomo, infatti, mentre era intento proprio a girare i nuovi episodi di Better Call Saul ha avuto un collasso ed è stato subito portato in ospedale. Dopo tanta ansia per le sue condizioni di salute, il divo stesso ha rassicurato i fan e tutti quelli che gli sono stati vicini, spiegando di aver avuto un piccolo infarto, per fortuna risolto. Odenkirk ha scelto Twitter per postare una sua foto dal set dello show, intento a trasformarsi di nuovo in Jimmy McGill, il personaggio che interpreta nello spin-off di Breaking Bad. Nella didascalia del post l’attore ha scritto:

Sono tornato a lavorare sul set di Better Call Saul! Sono molto felice di essere qui e di vivere questa vita in mezzo a così tante brave persone. A proposito, questa è la professionista del trucco Cheri Montesanto, intenta a rendermi bello per le riprese!

Better Call Saul: Bob Odenkirk torna sul set dopo l’attacco cardiaco

Bob Odenkirk ha debuttato nel mondo della recitazione nel 1993, con Fusi di testa 2 e sempre nello stesso periodo ha esordito anche nel mondo televisivo, con The Ben Stiller Show. Durante la sua lunga carriera, il divo ha partecipato ad alcuni progetti come doppiatore ad esempio in American Dad e Gli Incredibili 2, oltre ad aver diretto anche alcuni titoli come nel caso di Let’s Go To Prison – Un principiante in prigione, I fratelli Solomon e Comic Movie, dove ha lavorato con altri registi per un film corale. Questa è sicuramente una bellissima notizia per quanti hanno seguito la vicenda fin dall’inizio, quando ancora la carenza di dettagli sulla situazione aveva fatto temere il peggio sulle condizioni dell’interprete. Dopo essersi ripreso l’attore ha ringraziato AMC e Sony TV per il loro supporto e ha ringraziato tutti i fan del supporto.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati