Bong Joon-ho dirigerà un film d’animazione tutto realizzato in CGI

Il prossimo progetto dietro la macchina da presa per il regista e sceneggiatore premio Oscar sarà un film d'animazione digitale in lingua coreana

Il regista sud-coreano Bong Joon-ho è pronto a tornare al lavoro, dirigendo questa volta un film di animazione in lingua coreana. Il prossimo progetto infatti, sarà un film d’animazione digitale in lingua coreana ambientato sotto il livello del mare che verrà realizzato grazie alla partnership di 4th Creative Party; studio che si è già occupato degli effetti visivi di titoli come Snowpiercer, Okja e The Host. Il film d’animazione in CGI sarà un dramma misto a elementi di horror ed azione ambientato tra il mondo degli esseri umani e quello delle creature marine.

Un progetto molto ambizioso a cui Bong Joon-ho ha lavorato alla stesura della sceneggiatura dal lontano 2018, ancor prima del successo internazionale di Parasite. Ma il film d’animazione non sarà l’unico progetto dietro la macchina da presa per il regista coreano; il suo prossimo film sarà un lungometraggio in carne ed ossa in lingua inglese ispirato ad un evento accaduto nel 2016 (di cui non conosciamo i dettagli) ed ambientato tra gli Stati Uniti e la Gran Bretagna.

Bong Joon-ho dirigerà un film d’animazione

Dovrebbe essere il progetto cinematografico che seguirà al successo di Parasite. All’epoca il regista aveva spiegato di essersi dedicato a entrambi i progetti nello stesso momento:

Mi è sembrato di dividere in due parti il mio cervello, in destra e sinistra, mentre scrivevo queste due sceneggiature. Ma la scorsa settimana ne ho terminata una.

Sarà questo un anno denso di impegni per Bong, a settembre atteso anche come Presidente della Giuria chiamata ad assegnare il Leone d’Oro alla Mostra del Cinema di Venezia. Il regista è atteso al varco da critici e appassionati dopo aver scritto una memorabile pagina di cinema con Parasite; uno dei migliori lungometraggi degli ultimi anni, capace di vincere ben quattro Premi Oscar lo scorso anno, compreso quello per il Miglior Film. Senza contare la Palma d’Oro al Festival di Cannes.

Articoli correlati