Il favoloso mondo di Amélie: il regista commenta la somiglianza con Emily in Paris

Jean-Pierre Jeunet è tornato a parlare de Il favoloso mondo di Amélie e di alcune coincidenze che legano il suo film ad opere recenti

Vent’anni fa usciva al cinema Il favoloso mondo di Amélie e in occasione il regista ha parlato del suo film più amato e di alcune coincidenze che legano l’opera ad altre più recenti, tra cui la somiglianza con Emily in Paris. Il film cult venne distribuito nelle sale cinematografiche francesi il 25 Aprile 2001 e arrivò in quelle italiane il 25 Gennaio dell’anno successivo e nel complesso ebbe un successo straordinario. In Francia attirò oltre 8 milioni di spettatori per un incasso totale superiore ai 40 milioni di euro (a fronte di un budget di 11), battendo la concorrenza dei kolossal americani e diventando il film più visto dell’anno.

Il regista e sceneggiatore Jean-Pierre Jeunet è tornato a parlare di quello è rimasto il suo film più celebre. Lo ha fatto tramite un’intervista telefonica rilasciata a La Repubblica, durante la quale ha commentato il fatto che molte eroine di film e serie TV siano in qualche modo figlie della sua Amélie.

Il favoloso mondo di Amélie: il regista commenta la somiglianza con Emily in Paris

Il regista ha commentato così le coincidenze con le opere più recenti:

Questa cosa non mi crea frustrazione. Coco Chanel diceva ‘Copiate pure le mie idee, ne avrò delle altre’. A volte si tratta di omaggi, altre di semplici furti. Molti mi hanno chiamato ai tempi di La forma dell’acqua, in realtà mi pare abbia preso da un altro mio film, Delikatessen, con la storia dell’acqua esce dal water e allaga tutto.

Nel corso dell’intervista, Jeunet ha fatto riferimento anche ad Emily in Paris, serie TV recentemente uscita su Netflix, nella quale il regista ammette di aver trovato diverse similitudini con Il favoloso mondo di Amélie.

Che dire di Emily in Paris? A partire dal nome della protagonista: solo una coincidenza? Che poi è un personaggio che viene dal mondo del marketing che domina le nostre vite, e diventa l’eroina della storia.

Ricordiamo inoltre che in occasione dei 20 anni dal debutto al cinema BiM Distribuzione ha deciso di riportare in sala, l’11 e il 12 maggio, il film di Jean-Pierre Jeunet con la straordinaria Audrey Tautou e, al suo fianco, Mathieu Kassovitz, Dominique Pinon, Rufus, Serge Merlin.

Articoli correlati